IL GROTTESCO SI E' MATERIALIZZATO...

Verona -

Lo avevamo annunciato, lo avevano pubblicato anche sull'Arena, il Giornale di Verona per ribadirlo alla popolazione e, ahi noi, abbiamo avuto ragione!

Ma stavolta è andata bene tutto sommato, non è morto nessuno e ne siamo più che lieti.

Ora la palla ed il gioco è tutto nelle mani dell'ing. Mistretta, attuale reggente del Corpo (non sta scritto da nessuna parte ma sembra sia così...) che a suo tempo partorì il taglio lineare delle imbarcazioni nei porti e nei laghi d'Italia. Alcuni mesi fa, quando gli fu ribadito che sul lago di Garda la RAFF 06 era l'unico mezzo antincendio, disse che avrebbe fatto il possibile per “razionalizzare” meglio ciò che aveva scritto (forse preso da entusiasmo o chissà cosa) ma che non gli era possibile perché dipendeva tutto dal Capo del Corpo...

La RAFF 06 non è operativa. Qualcuno al Comando di Verona s'è inventato che d'impero un cs o un patentato nautico potessero assumersi la responsabilità di uscire con un mezzo parcheggiato in porto e fuori servizio ma, la sostanza non cambia; la RAFF 06 appena sarà operativa sarà l'unica imbarcazione antincendio sul lago di Garda e.....dovrà andare via.

Questa volta, l'incidente ha coinvolto una piccola imbarcazione: http://www.giornaledibrescia.it/in-provincia/garda/mezzogiorno-di-fuoco-sul-garda-barca-cola-a-picco-1.1877587# , ma ricordiamo all'ing. Mistretta o chi per lui che non vuole responsabilità troppo gravose o non vuole patate troppo bollenti da pelare, che sul lago di Garda circolano traghetti della Navigarda che possono contenere fino a 1300 passeggeri a bordo più gli equipaggi!!! Alla faccia del riordino del CNVVF che toglierebbe una unità ad una squadra nautica già mutilata di 3 persone!

Come ha scritto sulla lettera di addio l'ex Capo del Corpo, in tanti anni i VVF si sono saputi adattare alle varie esigenze che il continuo sviluppo di una società avanzata imponevano; ma che questo determini il non spegnimento di un incendio, a parer nostro, è troppo anche per un dirigente come lui, figuriamoci per un vigile del fuoco operativo...

Ebbene si, ora gli incendi sul lago di Garda li spengono le imbarcazioni della Capitaneria di Porto. Prepariamoci noi VVF ad un eventuale prossimo corso di Guardia Costiera Antincendio; potrebbe durare dalle due alle quattro settimane e sarà a costo zero.... magari con un recupero ore ma solo per l'autista che guida il mezzo....

Il grottesco si è materializzato bene, la faccia ce la mettono i colleghi operativi ed i dirigenti si lustrano le mostrine come per uno spettacolo di varietà che nulla ha a che fare con i Vigili del Fuoco, con la loro operatività, con la loro professionalità, con il tempo che hanno dedicato (A COSTO ZERO) in tanti anni al miglioramento del soccorso antincendio sul Lago di Garda. Questa è la realtà delle cose questo ci aspetta e questo ci meritiamo fino a quando non prenderemo piena consapevolezza dell'enorme divario esistente tra una classe dirigente che mira solo ad una rapida carriera ed un sistema operativo che non riesce più a venire fuori dalla scure di chi ha l'ordine di tagliare e taglia. Taglia risorse che negli anni si sono dimezzate compromettendo salute e sicurezza dei soccorritori e della popolazione che malgrado tutto paga ancora i nostri stipendi.

 

 

http://www.giornaledibrescia.it/in-provincia/garda/mezzogiorno-di-fuoco-sul-garda-barca-cola-a-picco-1.1877587#

http://www.larena.it/stories/382_garda_baldo/679550_la_raff__una_barca_salvavita_lunica_sicura_con_gli_incendi/

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni