I SINDACATI FIRMAIOLI APPROVANO IL RIORDINO DEL CNVVF E L'AMMINISTRAZIONE DA SFOGO ALL' APERTURA DEI PRESIDI

Salerno -

E' notizia di qualche giorno fa che l'amministrazione dell'Interno del Dipartimento dei Vigili del Fuoco ha emanato una circolare sull' apertura dei distaccamenti VV.F. stagionali 2014 e sui richiami del personale volontario discontinuo.

Certamente non è una vittoria, ma frutto di considerazioni scellerate di quel Sindacato che ha firmato senza badare alle conseguenze, USB sempre contraria al progetto di riordino poiché ha intravisto sostanziali modifiche per l'attività dei lavoratori e per i lavoratori stessi.

Il presidio comporta sicuramente dei cambiamenti lavorativi, in primo luogo l'orario di lavoro. Questi presidi saranno aperti di giorno e chiusi di notte, già succede in altre amministrazioni, ma per il tipo di lavoro e i compiti che svolgono i Vigili del Fuoco questo è inaccettabile.

USB Vigili del Fuoco si è battuta per potenziare il CNVVF con l'apertura di Distaccamenti permanenti, laddove c'e ne era bisogno e con le dovute condizioni e che ci fosse personale specializzato sul soccorso, i cittadini chiedono uno standard qualitativo di livello eccellente.

Per la provincia di Salerno è stato previsto l'apertura di due presidi: Agropoli e Sicignano degli Alburni.

USB provinciale totalmente contraria all'apertura di tali sedi poiché già in passato ad Agropoli aveva organizzato un Sit-In per sensibilizzare l'amministrazione comunale ed i cittadini a lottare per far sì che il Ministero dell'Interno emettesse un decreto di istituzione di un distaccamento di Vigili del Fuoco permanente.

L'apertura di un presidio stagionale non risolve le problematiche che USB denuncia, poiché ad Agropoli il Distaccamento e di vitale importanza e siamo favorevoli ad un potenziamento del dispositivo di soccorso che vada nella direzione di un distaccamento fisso che lavori H24.

Nel vecchio progetto denominato “ Italia in 20' " era previsto anche un distaccamento a Contursi Terme e mi ricordo che l'amministrazione comunale più volte a richiesto ma senza purtroppo esito positivo, adesso vediamo la nascita di un presidio a Sicignano degli Alburni del quale non si capisce qual'è la giusta valenza di un progetto che mira a potenziare nel periodo estivo il contrasto degli incendi boschivi, dove le statistiche dicono che sono altre le zone più a rischio.

In conclusione USB Vigili del Fuoco provinciale dice NO ai presidi così come strutturati e chiede l'apertura di un tavolo di contrattazione locale che ristabilisca eventuali soluzioni più attuative e più incisive per il bene e la salvaguardia di tutti i cittadini.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni