USB VITTIMA DELLA PERSONALIZZAZIONE DELLO SCONTRO

AMMINISTRAZIONE LIVORNESE OFFENDE E MINACCIA CON IL SOLO E CHIARO INTENTO DI NON CONTRATTARE

Livorno -

Lavoratori,

non troviamo parole per descrivere il degrado a cui siamo stati obbligati ad assistere quando pochi giorni fa il dirigente livornese ha deciso, di suo libero arbitrio, di non convocare la USB in sede di contrattazione locale su mobilità interna, violando palesemente i diritti dei lavoratori.

Il sintomo di questo male che ha ormai assopito il dirigente periferico ha inizio, con messaggi più o meno diretti, quando lo stesso riceveva l’ennesima conferma che questa O.S. non ha intenzione di svendere i lavoratori con qualche accordo sottobanco. 

Quindi si dava inizio ad un braccio di ferro tra noi e l’amministrazione sul tema “partecipazione al tavolo di contrattazione”, benché assurdo visto che è indiscutibile che la USB deve partecipare.

Noi come O.S. le abbiamo provate tutte, abbiamo cercato di far ravvedere il dirigente locale spiegando che tale eventuale azione sarebbe risultata controproducente per i lavoratori, abbiamo prontamente avvisato il dipartimento con l’intento di far ravvedere il dirigente che nel contempo convocava le altre OO.SS. escludendo la USB.

E da qui si è arrivati al degrado totale, una vera caduta di stile dell’amministrazione, che ha sostituito all’arroganza dell’abrogarsi il diritto di non convocarci, lo scadimento di insulti e minacce sia personalizzando, sia denigrando l’operato politico di USB.

Come USB VVF gridiamo con sdegno il nostro messaggio di disgusto per come sono stati trattati i lavoratori.     

 

USB UNICO SINDACATO

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni