IL NEOSINDACALISMO MANAGERIALE

“FIRMAIOLI CURATORI FALLIMENTARI DEL CNVVF”

Alessandria -

Lavoratori,

in data 21/03/2016 è avvenuta la riunione con il Comando per discutere varie problematiche, la posizione USB è evidente e limpida, come si può chiaramente evincere dal verbale in allegato, in netto contrasto con quanto qualche sindacalista manageriale, in maniera subdola e fasulla va divulgando in giro per le corti. 

Al primo punto, la gestione di un monte ore straordinario, ci siamo resi conto che adeguati stanziamenti per i retraining e per il dispositivo di soccorso non esistano, circa 3000 ore (su base 2015) sono quelle che dovrebbero accumularsi se il personale sati e quello a servizio giornaliero non effettuano lo straordinario a pagamento. Da ciò si può dedurre che effettivamente non si potrà mai  essere  certi della retribuzione per le ore di straordinario prestate per i mantenimenti. Tenendo presente che, come specificato dalla direzione centrale, i mantenimenti dovrebbero essere eseguiti in orario ordinario ci chiediamo se il solo fatto che vengano stanziate delle ore straordinarie non risalti una cronica carenza di personale nel settore Sati/Giornaliero, ed di conseguenza, non riuscendo a effettuare i mantenimenti in orario ordinario si denoti questa carenza anche nel settore operativo. USB lotta da sempre per le assunzioni di personale, a partire dalla stabilizzazione dei precari che sono stati defenestrati dal sistema politico/sindacale, in modo da saturare gli organici, richiede che gli addestramenti si effettuino in orario ordinario, E SOLO SU BASE VOLONTARIA SE ESEGUITI FUORI ORARIO VENGANO RETRIBUITI, gli straordinari dovrebbero essere stanziati ed utilizzati per il reintegro del dispositivo di soccorso in caso di assenze improvvise e non programmabili. 

Al secondo punto, si disquisisce del personale volontario, del loro impiego e della loro operatività. Il comandante esprime congetture del tutto personali senza fare alcun riferimento a normative che avvallino le sue teorie, USB, per la tutela del personale permanente, dei Capi Turno, dei Funzionari e degli stessi volontari, chiede al comando di assumersi la responsabilità di emanare una chiara  disposizione in cui venga evidenziato il livello di autonomia della squadra volontaria, degli eventuali interventi che il livello di autonomia legale le permette di espletare, senza lasciare libero arbitrio e scaricare le responsabilità su altri. Inoltre evidenziamo che il DPR 76/04 prevede per tutto il personale volontario (VVe VD) l’addestramento di 60 ore annue, diviso le 12 mensilità, ovvero 5 ore/mese da espletarsi presso la sede volontaria per i VV e presso la sede centrale per i VD.

Al terzo punto abbiamo discusso della proposta della ditta che fornisce il servizio mensa di veicolare i secondi piatti per le sedi distaccate di Ovada, Novi e Acqui e del fatto che e stato attivato il dispositivo sanzionatorio per le carenze segnalate. USB ha evidenziato che il solo fatto di dover trattare le ennesime segnalazioni per delle carenze, o per la non eccelsa qualità dei prodotti distribuiti  indica il fallimento dell’esternalizzazione dei servizi mensa e pulizie volute a suo tempo dagli attuali firmaioli, servizi per i quali USB ne richiede la reinternalizzazione. USB ha chiesto il rispetto dei contratti stipulati (che sono già al ribasso) e la divulgazione trasparente tramite intranet in modo da renderli visionabili a tutto il personale. Chiede che per discutere la proposta della ditta venga attivata la commissione mensa in modo di poter raccogliere le istanze di tutto il personale interessato.

All’ultimo punto, varie ed eventuali, sono stati eviscerati vari argomenti, si è discusso del carente servizio di pulizie, nel quale le addette si sono viste ridurre gli orari per pulire le stesse superfici e tutto con contratti al ribasso accettati dalla direzione regionale. USB, ovviamente in modo provocatorio, ha chiesto al comando se il personale operativo dovesse espletare sevizio di pulizia (vedesi sabato mattina), l’amministrazione dopo un attimo di latitanza ci dichiarava che non tale servizio non rientra tra i compiti del personale operativo.

Per ciò che concerne il settore autorimessa, essendoci state evidenziate ancora delle criticità, abbiamo chiesto al Comando come mai non si fossero ancora recepiti gli accordi derivati dalla precedente riunione, rimaniamo ancora in attesa per poco poi provvederemo in altra sede.

Infine ci troviamo nuovamente a discutere delle ferie arretrate, se vi  rileggete i verbali degli anni precedenti noterete che avevamo preannunciato il rinvio di un anno delle stesse problematiche, queste ricadono sempre e solo nella carenza cronica di personale per cui la sola USB sta effettivamente combattendo, abbiamo evidenziato, come si può notare in tutti i verbali in cui si è discusso di congedi, che le carenze dell’amministrazione non possono ricadere sul personale, per cui abbiamo invitato il comando a rispettare le normative vigenti, il contratto evidenzia che le ferie sono un diritto imprescindibile e non monetizzabile e vanno espletate nell’anno di competenza, solo per indifferibili esigenze di servizio si possono protrarre sino al semestre successivo;  il riordino, se ne facciano una ragione i firmaioli che lo hanno sottoscritto, prevede per un comando nella categoria di Alessandria la presenza di 40 unità in servizio; il T.U. 81/08 prevede che il personale lavori in sicurezza, cioè con squadre (già risicate) di almeno 5 unità.

A differenza delle altre oo.ss. “manageriali”, curatrici fallimentari del cnvvf, che spacciano la riduzione di organico come una conquista, USB lotta per l’incremento di organico, unica vera soluzione per permettere la fruizione dei congedi e il lavoro in sicurezza, chiede da tempo all’amministrazione di reperire le risorse per permettere al personale di usufruire del congedo nei tempi previsti  e contemporaneamente di  salvaguardare la sicurezza sul lavoro per il personale che permane in servizio .

Mentre le altre oo.ss. sono impegnate a diffamare in maniera subdola e fasulla USB in mezzo ai cortili, andando in giro a sproloquiare che non vogliamo far fare le ferie al personale (basta leggere i verbali di questi ultimi anni per vedere che si tratta di calunnie gratuite), spacciando la riduzione del dispositivo (ossia riduzioni di organico) coma la conquista (a favore dell’amministrazione), VERGOGNATEVI, USB ha già preannunciato uno stato di agitazione se il comando tentasse nuovamente di ridurre il servizio (senza dare adito alle disposizioni ministeriali) e non si attivasse per reperire le risorse per risolvere una volta per tutte il problema delle ferie residue.

DIFFIDA DEI SINDACATI  MANAGERIALI CURATORI FALLIMENTARI DEL CNVVF

PROSSIMAMENTE CERCHERANNO DI SUCCHIARE ALTRI SOLDI DAI VOSTRI MISERI STIPENDI PROPINANDO LE LORO ASSICURAZIONI, FINANZIAMENTI, FONDI PENSIONE

 COMBATTI AL NOSTRO FIANCO PER LE ASSUNZIONI E PER IL CONTRATTO

UNICI METODI PER TUTELARE I TUOI DIRITTI E LA TUA SALVAGUARDIA

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni