FLASH MOB SOTTO LA SEDE DEL PD A ROMA

DOPO LE SOLITE FALSE PROMESSE ECCO CHE ARRIVA LA RESA DEI CONTI

Nazionale -

 

Lavoratori,

è di oggi un blocco spontaneo davanti alla sede del Partito Democratico ad opera di una rappresentanza di precari, dei vigili del fuoco, provenienti da più parti del Paese, sostenuti dall’USB.

Poco tempo fa il partito di governo aveva riempito le orecchie dei precari con le solite promesse e i soliti slogan da campagna elettorale. Ora i precari presentano il conto al partito che in questi anni ha illuso il paese e lo ha riempito di tasse e disoccupazione. Renzi è rimasto come al solito rintanato tra le braccia di CONFINDUSTRIA mentre gli altri sindacati, cgil in primis, si preparano alla distruzione della Legge 300/70.

Siamo alla distruzione dello stato sociale davanti gli occhi di tutti e la sola USB crea di fatto una vera opposizione nel paese difendendo i precari per un processo di assunzione che manca ormai da anni. Mentre il governo si prepara le elezioni con i bonus di fatto stiamo al totale paradosso, da parte si parla di Europa per tassare e dall’altra sono proprio i parametri europei che vengono violati.

E mentre il corpo nazionale va a rotoli, vedi la vicenda Fiumicino, dove gravi responsabilità vengono attribuite ai vigili del fuoco ecco che la salvaguardia è di fatto all’ultimo posto nelle classifiche di attenzione del nostro paese. Insieme, naturalmente, all’istruzione, la salute, il diritto ad abitare e alla democrazia.

In questo momento una delegazione è stata ricevuta dai vertici del partito...democratico.

Seguiranno aggiornamenti

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni