DOPO LE PROMESSE, TORNANO LE SBERLE!

Catania -

 

Dopo le belle parole, i vigili del fuoco catanesi tornano ad essere umiliati.


Egregi, Catania e i Catanesi hanno vissuto nel giro di qualche mese, momenti terribili e funesti.
Nel 2018, varie emergenze ed eventi luttuosi hanno colpito il comando etneo ma, a quanto pare, a qualcuno il nostro territorio non garba affatto!
Dall'insediamento del nuovo governo, abbiamo visto un’assidua presenza Delle più alte cariche del governo e delle massime cariche riguardanti i vigili del fuoco, per esempio il ministro degli interni Salvini, il sottosegretario agli interni, con delega ai vigili del fuoco Candiani (settimana scorsa), il ministro del lavoro Di Maio e non per ultimo il presidente del Consiglio, Conte!
Il tutto ci faceva ben sperare (anche le parole del neo direttore regionale), viste le ultime annate che hanno totalmente decimato i vvf catanesi, ci si aspettava da loro, un rispettoso impegno verso la nostra città" Proprio la nostra città, continuamente sbeffeggiata" ricordiamo che, le Passarelle del presidente della regione Musumeci a giugno e la missiva inviata al sindaco Pogliese a Catania hanno portato uno "ZERO assoluto"! Attualmente, distaccamenti come Acireale sono al freddo in inverno, al caldo in estate, il distaccamento nord, solo oggi ha avuto il ripristino dell'acqua calda! Il nucleo sommozzatori rimane all'abbandono e al freddo... acqua gelata! Non ultima la richiesta di mobilità straordinaria, di autisti e Vigili, verso il comando di Enna! E Catania?!?!?! Quando finirà l'emergenza, ci sarà il si salvi chi può!
Ma Catania, merita un trattamento del genere?!?!?!?
Ma torniamo ai giorni attuali.
Mentre i Vvf catanesi, instancabili lavoratori, a malapena riescono a comporre le squadre di soccorso necessarie "i mezzi guasti, e i fornitori esausti dai mancati pagamenti, che ormai sono il pane quotidiano" come detto, il personale disgustato dal trattamento ricevuto dalle massime cariche, ma che sempre si contraddistingue per, alta professionalità e spirito di abnegazione, è ormai costretto a operare con le toppe "o pezze al sederino" ma questa è ormai notizia nota! Oggi la notizia dell'indifferenza verso gli etnei, ha fatto traboccare il vaso! Le parole di questi mesi e l'impegno messo nelle varie emergenze, non ultima "il sisma di Santo Stefano" che ci faceva ben sperare, cioè l'arrivo di mezzi, uomini e risorse, quanto sarà veritiera a questo punto? Auspichiamo che le parole e l'impegno del direttore regionale e governo si concretino, perché sarà un 2019 molto buio e rischioso per gli "angeli della gente" la perpetua visita nel catanese per cosa? Per darci altri schiaffi morali!!!!!! A fronte di una carenza di 128 unità, si può rimanere indifferenti? E Palagofu' o" Palagonia" rimarrà all'abbandono e al saccheggio, o verrà aperto? I cittadini catanesi, dovranno sempre pregare che,  il clima e il nostro territorio siano sempre Clementi " ma i reportage parlano chiaro, gli eventi succedutisi non lasciano alcun dubbio, VOGLIAMO RISPETTO! Noi, poveri comuni mortali, saremo costretti a scendere nuovamente in piazza, per reclamare questo rispetto, verso noi, e verso la gente!!!!!!!


CATANIA, MERITA RISPETTO!!!!!! QUESTO È UN VERO E PROPRIO ABBANDONO
Noi non ve lo possiamo più permettere!!!!!??? Non possiamo affrontare un'altra stagione senza uomini e mezzi
ORA BASTA!!!!!!!

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni