VIGILI DEL FUOCO: ALTRO CHE GRILLI!

Catanzaro -

 

Ciò che succede nel corpo nazionale dei vigili del fuoco ha dell’incredibile, nel senso pieno del significato, ovvero, anche se lo si va a raccontare in giro, la gente comune ha difficoltà a crederci!

E INVECE È TUTTO REALTA’!

I problemi sono numerosi e riguardano ogni aspetto!

Potremmo realizzare un dossier completo; invitiamo chi fosse interessato a contattarci per lavorarci su.

L’aspetto principale che governa il tutto, è il pessimo funzionamento dell’amministrazione pubblica.

Il corpo dei vigili del fuoco infatti rientra nella categoria della “Pubblica Amministrazione”; i lavoratori appartengono alla categoria dei dipendenti pubblici quindi lavoratori del “Pubblico Impiego”; è un aspetto che spesso sfugge al cittadino comune che pensa ai Vigili del fuoco come forze dell’ordine o come un corpo militare.

Ed in questa parte di Pubblica Amministrazione, tutto funziona peggio che altrove.

I mezzi sono pochissimi ed allo scatafascio; è vero, abbiamo anche molti mezzi nuovi, acquistati probabilmente senza criterio, perché spesso non sono utilizzabili o presentano anomalie tali da essere ricoverati per la maggior parte del tempo in officina: potremmo riportare decine e decine di esempi, dai camion ribaltati per difetti “congeniti”, alle botti che si staccano dai supporti, le scale che lasciano ribaltare cestello e vigili, dai mezzi inutilizzabili ed inutilizzati come ad esempio la piccola APS Canter alle barche alluvionali…una sorta di vasca da bagno senza alcuna concezione nautica.

Sicché, buona parte di tali mezzi, rimangono più tempo in officina che in servizio!

Le officine sono quelle convenzionali o commerciali, quindi i mezzi del soccorso pubblico devono sottostare sia alla burocrazia delle gare sia ai loro tempi, concetti che non collimano certamente con le esigenze del soccorso pubblico!

I problemi dicevamo, riguardano tutto!

Abbiamo avuto gli elmi sciolti al calore del focherello; i guanti che non proteggevano ed dirigenti che si prodigavano a raccomandare di “ruotare intorno al fuoco” come fossimo intorno al braciere!

Abbiamo auto le mascherine” finte” (ritirate poi dal commercio); pare che ci fosse stata l’idea di autoprodurle acquistando delle attrezzature costosissime di cui non abbiamo modo di sapere altro; abbiamo avuto le mascherine che trattenevano tutto al 100%, anche l’aria; un pezzo di stoffa con due elastici, che utilizzandole si correva il rischio di rimanerci soffocati!

Il servizio lavanderia che garantisce la pulizia dei DPI, uniformi, giacche antifiamma, è organizzato in modo tale che il lavoratore abbia il suo indumento pulito, anche dopo 14 giorni!

Abbiamo un sistema della “disciplina” e delle “sanzioni” in cui i dirigenti sono delegati a tutto, da messo notificatore, ad accusa, indagini, interrogatori, giudici ultimi e supremi!

Tale sistema, messo in mano a soggetti con probabili problemucci,  è causa certamente di anomalie, di malessere tra il personale, danno certo per la comunità laddove il dirigente di turno, anziché destinare il suo tempo al lavoro, giuoca a fare lo 007 :  è quanto succede a Cosenza, ove il dirigente ha la mano libera di “indagare” chiunque si trova dinnanzi e magari scatena qualche sospetto; in un annetto il dirigente di Cosenza ha aperto circa 40 “fascicoli”, ma per sua stessa ammissione la maggior parte si sono conclusi con un nulla di fatto; come volevasi dimostrare, il dirigente ha fornito spontaneamente la risposta agli interrogativi dei lavoratori: accuse infondate e tempo perso!

Solamente i medesimi dirigenti sono immuni ed hanno mano libera, tranne evidentemente certi casi -come avvenuto a Cosenza alcuni mesi fa- quando intervenne la magistratura ordinaria!

Concludiamo con l’ultimo ritrovato dalla frontiera …mensa di servizio.

Nei vigili abbiamo sperimentato i vermi a mensa, sete ed acqua lurida; adesso mentre l’Europa apre alla farina di grillo i vigili del fuoco “aprono” al……….digiuno.

Così mentre cittadini e Stato, pagano un servizio per garantire un minimo apporto calorico ai vigili durante i turni di lavoro (12 o 24 ore), gli eroi, gli angeli del soccorso, i più amati dagli italiani ….a Catanzaro grazie al dirigente “temporeggiatore”  si sta sperimentando (qualche eventuale complicità? non crediamo sia capace di fare tutto da solo!) questa formula innovativa di gestione della PA : paga per un servizio di ristorazione (milioni di euro!) ma lascia gli eroi a “morire di fame”.

Di una sola cosa siamo certi:

i vigili del fuoco hanno impresso nel loro DNA la missione da compiere a favore dei cittadini e mai, li lasceranno soli; i Dirigenti passeranno come sono sempre passati!

 

Il coordinamento Regionale VVF - USB

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati