TAVOLO DI RAFFREDDAMENTO NAZIONALE PER I SOMMOZZATORI

UN ALTRO SUCCESSO DI USB A GARANZIA DELLE TUTELE DEI LAVORATORI

Nazionale -

Soddisfazione è la parola che meglio veste il lavoro fatto oggi di fronte al Vice Ministro Vito Crimi, al tavolo di raffreddamento nazionale relativo ai Sommozzatori.

Soddisfazione perché allo stesso tavolo abbiamo avuto delle risposte concrete anche per le economie delle altre specializzazioni e soprattutto la garanzia che gli Elisoccorritori potranno avere una formazione che garantirà la loro professionalità anche in ambiente acquatico, valutando il massimo dei livelli di sicurezza che si possano chiedere e soprattutto finalmente potranno contare sula garanzia che l’amministrazione sta lavorando sul giusto riconoscimento economico del loro ruolo.

In tutto questo la prima parte del tavolo tecnico, secondo la Direzione Centrale per la Formazione, servirà a dare il via ad un lavoro di creazione di procedure d’intervento che vedrà sicuramente coinvolto anche lo staff Istruttori dei sommozzatori per quanto riguarda la parte in acqua.

La Direzione Centrale per l’Emergenza, ha assicurato che il ruolo dei Sommozzatori sarà fondamentale nell’ambiente del soccorso acquatico, in sinergia con i reparti volo ed Elisoccorritori e stanno lavorando per una evoluzione nelle metodiche del soccorso sicuramente da revisionare allo stato attuale del Corpo Nazionale.

Abbiamo avuto la garanzia che i SOMMOZZATORI continuano a “restare nel cuore” di questa Amministrazione (cit. Prefetto Mulas) e come abbiamo già detto si sta lavorando per valorizzarne il lavoro operativo in questo nuova evoluzione dei Vigili del Fuoco che è sopraggiunta con la 127\18; naturalmente abbiamo risposto che ai Sommozzatori farà sicuramente piacere questa considerazione e che noi come USB invece staremo sempre con il fiato sul collo dell’amministrazione per avere la garanzia che le promesse non siano solo parole all’aria ma diventino FATTI.

Per quanto riguarda le dotazioni organiche, l’amministrazione ha tenuto in considerazione il nostro suggerimento di aumentare le piante organiche nei Nuclei che possono lavorare per vicinanza con i reparti volo, e ha garantito che non c’è la volontà di CHIUDERE altri Nuclei se non purtroppo quelli ormai già chiusi.

Per le economie degli specialisti, la ripartizione del 1200.000,00 euro per il 2018, l’amministrazione da la colpa alle altre OO.SS che continuano a rimandare gli incontri e per quanto riguarda il 2019 ne riparleremo con l’imminente apertura del triennio del CNNL 2019-2021 , come per il discorso del trascinamento che verrà accolta la nostra richiesta di istituire il trascinamento sull’indennità di specializzazione per ogni anno di servizio effettivamente prestato nel ruolo fino ad un massimo di venti anni, pari ad una percentuale di un ventesimo dell’indennità percepita, naturalmente sulla retroattività dovremmo discuterne al tavolo contrattuale. Alla domanda sulla pregressa maggiore imposizione fiscale a decorrere dell’entrata in vigore del d.lvo 127\18, l’amministrazione ha risposto che pur non essendo diretta responsabile dell’erogazione degli arretrai, ha comunque sollecitato l’Agenzia delle Entrate che dovrà provvedere alla erogazione degli arretrati in base ai singoli redditi degli specialisti.

Il Terzo punto relativo al concorso per Ispettori, l’amministrazione ha risposto che tutto questo fa parte del nuovo ordinamento e per cui la stessa si atterrà alle indicazioni previste dalla norma. Compreso il regime pensionistico!

Per l’intervento a Lampedusa del 23 novembre scorso, abbiamo avuto garanzie sul fatto che l’Emergenza prenderà le dovute informazioni e che comunque ribadirà alle autorità di competenza la disponibilità dei Vigili del Fuoco Sommozzatori per eventuali interventi futuri, ribadendo alle stesse lo stato di competenze e professionalità di tutto il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Abbiamo deciso di concludere l’incontro chiarendo che pur conciliando il raffreddamento, saremo sempre attenti alle azioni e alle parole spese oggi dal Vice Ministro Vito Crimi e dall’Amministrazione, sottolineando che la fiducia da parte dei lavoratori corre su un sottilissimo filo e che lo spezzarsi dello stesso sarà solo imputabile ai loro comportamenti.

USB PRETENDE SOLO I FATTI: PERCHE’ LE CHIACCHIERE SONO DA CONATOVIRUS

per il Consiglio Nazionale USB VVF

Enrico Monzini

 

https://www.facebook.com/342221095883037/posts/2456067734498352/

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati