STATO DI EMERGENZA INTERNA

Padova -

Lavoratori,

Giovedi 6 giugno siamo stati convocati dal dirigente provinciale per discutere della imminente carenza di personale qualificato in vista dell’inizio del corso Capo Reparto 2008 il prossimo 1 luglio.

La nostra Organizzazione Sindacale  da anni denuncia solitaria il fallimento di una riforma sbandierata come la panacea di tutti i mali del C.N.VV.F. e il meccanismo perverso dei passaggi di qualifica.

Questi sono i risultati del “comparto sicurezza” che dei venditori di fumo hanno passato come una conquista ma alla resa dei conti ha imposto doveri e tolto Diritti.

Il dirigente locale ha fatto il solito esempio della coperta troppo corta che ognuno cerca di tirare dalla propria parte; come USB abbiamo fatto notare al dirigente che la coperta viene tirata solo da una parte e chi resta sempre senza è il personale che presta soccorso. L’ Amministrazione oramai  incapace a gestire il fallimento della riforma ci costringe a condizioni di lavoro al  limite.

Senza fossilizzarci sui numeri esigui dei qualificati che rimarrebbero a disposizione del Comando di Padova, si cercherà di coprire la carenza mediante la richiesta di un ulteriore budget di ore di straordinario alla Direzione Interregionale. Ci preme sottolineare che le risorse per gli straordinari sono prelevati direttamente dal Fondo Unico: cioè soldi prelevati dalle nostre tasche.

Il dirigente ha fatto riferimento all’eventualità di impiegare i Vigili Coordinatori nella funzione di capi partenza, nulla di nuovo, ma Incredibile, si fa per dire, la posizione della CISL , infatti  il rappresentante CISL è intervenuto sulla questione dicendo:  che gli stessi VC sarebbero felici di fare il Capo partenza anche perché già formati e preparati in passato. In fondo la FNS CISL è la prima responsabile di questa brutta riforma, non c’è da stupirsi che i loro delegati tengano certe posizioni assurde e dannose per i lavoratori.

A livello nazionale USB VVF ha chiesto una moratoria:  il passaggio automatico dei VC a CS e dei CS a CR per poter uscire da  questa melma nella quale ci siamo impantanati e dalla quale solo attraverso interpretazioni di contratti e in deroga al 217 forse riusciremo ad uscire. E’ compito anche del dirigente locale farsi portavoce della situazione presso il Dipartimento, presso il Prefetto. Non possiamo continuare ad accettare   di risolvere  sulla pelle dei lavoratori e su quella dei cittadini.

 

 

Abbiamo inoltre chiesto una maggiore collaborazione dei funzionari di guardia del comando alle attività di soccorso. Valutando anche l ‘ impiego di detto personale a svolgere ruoli inferiori (capo servizio) nel caso in cui alle squadre di intervento venga a mancare un qualificato e quindi venga impiegato il capo turno provinciale, il funzionario di guardia possa garantire la continuità del servizio.

Da segnalare infine la collocazione dei futuri CR i quali dovranno coprire anche la sede distaccata di Este che essendo distaccamento D2 prevede tale figura.

USB VVF Padova, unico sindacato che si oppone a questa deriva, a seguito di diverse segnalazioni documentate che violavano tutte le normative vigenti che regolamentano la composizione delle squadre di soccorso e l’istituzione dei ruoli, demandando di fatto il vigile coordinatore a svolgere funzioni superiori in maniera programmata e continuativa.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni