STATO DI AGITAZIONE CATANIA

Catania -

al Capo del Corpo Nazionale– Dott. Fabio DATTILO – Roma
e p. c. USB VV.F. Roma- Sicilia – Catania
Al ministro degli interni
Al Sottosegretario agli interni con delega ai vigili del fuoco
Capo Dipartimento Roma
D.VV.F.S.P.D.C. Ufficio Garanzia dei Diritti Sindacali
Al Prefetto di Catania
Al sindaco di Catania
Alla procura della Repubblica di Catania
Direttore Regionale VVF - Sicilia
Comando Prov.le VV.F. – Catania
tutto il Personale VV.F. – Catania
(inviato tramite E-mail - PEC)
Catania, 20/04/2020


OGGETTO: dichiarazione dello stato d’ agitazione di categoria - volontà di promuovere lo sciopero regionale della categoria Vigili del Fuoco - richiesta del tavolo di conciliazione ai sensi della Legge 146/90 e/o legge 83/2000 e successive modifiche.


L’USB VV.F. Catania, nel rispetto della Legge 146/90 e successive Modifiche e Integrazioni; nel rispetto dell’accordo del 06/12/1994, approvato dalla Commissione di Garanzia con delibera del 12/01/1995; nel rispetto della Norma Provvisoria deliberata dalla Commissione di Garanzia il 16/07/2001, n° 01/92, pubblicata in G.U.R.I. n° 185 del 10/08/01 e successive modifiche.
Considerati peggiorativi le condizioni lavorative in ambito provinciale, il quale si continua a mantenere una condotta di indifferenza alle numerose richieste di risoluzione sulle problematiche sotto elencate:
 La Formazione e risorse per i corsi già insufficienti che, di fatto, stanno creando discrasie tra i lavoratori a causa del covid-19, vedrà un grosso danno per i lavoratori,ripetiamo su tutto la mancanza di corsi 2°, più volte sollecitati e mai fatti

; Il Servizio Mensa, riteniamo, vista la complessità dell’emergenza, di dare più tempo pervedere l’evolversi dell’emergenza in corsi e, di conseguenza poter ragionare per un prossimo futuro. La distribuzione dei buoni pasto, che ritardano a essere consegnati previa del cambio ditta erogatrice, crea malumore tra i lavoratori e chiediamo maggiore tempestività nell’erogazione.

 Il Magazzino vestiario è quasi vuoto, quale la situazione dell'inventario, vista anchel'assegnazione temporanea del carrozziere avere una maggiore celerità.

 Fondi sedi di servizio insufficienti, necessitano interventi perpetui non appena le limitazioni vengono ridotte.

 Abbiamo necessità di ulteriori APS, AS, AC con modulo, pulmino, autovetture, vogliamo anche una celerità dei mezzi che vanno in officina, spesso rientrano anche dopo svariati mesi. Catania non può permetterselo.4

 Classificazione sedi , non rispetta le statistiche che vedono Catania tra le prime per numero di interventi. La carenza di organico ormai è abnorme( oltre le 130 unità in meno)e si rischia non poco. I sindaci di Caltagiorne ed Acireale, su richiesta della Usb VVF Sicilia,ha inviato al dipartimento, una richiesta di riclassificazione sede. Chiediamo di attivarsi per recepire tutte le info in merito.

 Situazione dell'apertura del distaccamento di Palagonia.

 Mancanza di risposte alle note del; 10 gennaio prot.3, 13 gennaio prot.5,14 febbraio prot.9, 10 marzo prot. 13, 28 marzo pot.15, 1aprile prot. 17, nota regionale N 26 del 22 febbraio 2020

 Carenza di organico personale sati ( attualmente in lavoro agile, ma prima o poi l’attivitàripartirà! Servono le risorse.

 Aumento delle ore di straordinario per mantenere il soccorso tecnico urgente efficiente,sta arrivando il caldo, prevenire è meglio che curare.

Considerata l’ inerzia dell’ Amministrazione, a fronte di tutte le nostre legittime richieste avanzate, già agli Atti della direzione Regionale e Centrale

Ritenuto inderogabile far valere il Diritto all’espletamento di corrette relazioni sindacali alfine di garantire una accurata tutela ed attenzione alle richieste avanzate dal personale in servizio presso le sedi VVF del comando di Catania.

Poiché non risulta più tollerabile la costante e continua assenza di risposte alle annoverate questioni fin qui sollevate.

Per i motivi sopra descritti si dichiara lo stato di agitazione della categoria e conseguentemente si chiede alle Autorità in indirizzo l’ attivazione della procedura della prima fasedi conciliazione preventiva.

Si invita l’ Amministrazione provinciale VV.F Catania ad astenersi nell'adottare iniziative che siano pregiudizievoli per le posizioni dei Lavoratori interessati dal contenuto del conflitto summenzionato.Vista la gravità dei fatti accaduti ed in applicazione di quanto contenuto nella norma intermini di designazione dell’arbitro conciliatore.

La scrivente Organizzazione Sindacale chiede di concordare luogo ed arbitro per l’esercizio della delega.

Con l'occasione si porgono distinti saluti.

Per il Coordinamento Provinciale USB VVF CATANIA

Carmelo BARBAGALLO

 

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati