STATO DI AGITAZIONE AL COMANDO DI RAVENNA

INSENSIBILITA’ DEL DIRIGENTE A SODDISFARE LE LEGITTIME RIVENDICAZIONI DEI LAVORATORI

 

Ravenna -

VISTA L’ INSENSIBILITA’ DEL COMANDO A SODDISFARE LE LEGITTIME RIVENDICAZIONI DEI LAVORATORI, ANCHE DI LIVELLO MINIMO (SUPPORTI TECNOLOGICI PER SALA OPERATIVA, PER ESEMPIO), VOGLIAMO DIRE BASTA AI CONTINUI ATTI DI IMPERIO AI QUALI STIAMO ASSISTENDO:

CONTINUA “COMPRESSIONE” DEGLI SPAZI ADIBITI AL REPARTO OPERATIVO, LIMITAZIONE DEGLI SPAZI RICREATIVI, LAVORATORI CHE VENGONO “SFRATTATI” DALLE STANZE IN USO, STIPETTI E BACHECHE SINDACALI TRASLOCATI ABUSIVAMENTE (GRAZIE ALLA COMPIACENZA E AL SERVILISMO DI POCHI), SENZA INFORMARE I LEGITTIMI INTERESSATI.

LE SEDI CADONO A PEZZI, LA COLLEGA ARRIVATA A RAVENNA NON TROVA GLI ADEGUAMENTI STRUTTURALI NECESSARI AD ACCOGLIERLA (NOI AVEVAMO AVVISATO), ALTRI DEBBONO QUINDI “PREPARARE LA VALIGIA” PER RIMEDIARE AGLI ERRORI DELL’AMMINISTRAZIONE ( MA SE NE ACCOLLERANNO L’ONERE, PER QUANTO CI RIGURDA!) A DISPETTO DELLA LORO POSIZIONE IN “RUOLO”.

DIVIETO DI FUMARE, MINACCE DI SANZIONI, SENZA CHE SIANO STATI PREDISPOSTI AMBIENTI IDONEI DA ADIBIRE AL FUMO.

DICIAMO BASTA AL “GIOCHETTO”, CHE HA RINVIATO LE ASPETTATIVE DI MOBILITA’ DEI LAVORATORI: IL COMANDO APPLICHI I CRITERI CON TRASPARENZA E RISPETTI LA NOSTRA DIGNITA’!

DICIAMO BASTA ALLA PARALISI DEL REPARTO AMMINISTRATIVO, DOPO MIRIADI DI “RIVOLUZIONI” DEI VARI UFFICI, SENZA PER ALTRO CONSULTARE O INFORMARE LE OO.SS., SENZA UNA VERIFICA DEI RISULTATI OTTENUTI, SENZA UN SIGNIFICATIVO MIGLIORAMENTO DELLO STATUS QUO.

POTREMMO ANDARE AVANTI ALL’INFINITO, MA CI LIMITIAMO A SOTTOLINEARE ALCUNI ALTRI ASPETTI:

VOGLIAMO DIRE BASTA ALLA LATITANZA DELLA DIRIGENZA E DEI FUNZIONARI (CHE SI PERMETTONO DI TRASCURARE ANCHE IL SOCCORSO) RISPETTO SERIE POLITICHE DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE DURANTE L’ORARIO ORDINARIO DI LAVORO: NOI “DOBBIAMO PAGARCI LA FORMAZIONE” COL NOSTRO TEMPO LIBERO, SOTTRAENDOLO ALLA NOSTRA FAMIGLIA, AI NOSTRI IMPEGNI, MAGARI “A RECUPERO ORE”. SE NON ACCETTIAMO DI ESSERE COOPTATI AD ORARIO GIORNALIERO, DIFENDENDO IL NOSTRO DIRITTO ALLE FERIE O AL RIPOSO COMPENSATIVO , SCATTA LA REPRESSIONE CON LE LETTERE DI CONTESTAZIONE!

QUALI SONO LE POLITICHE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE PER I LAVORATORI?? CHI CONOSCE I PIANI DI EMERGENZA DELLE AZIENDE A RISCHIO DI INCIDENTE RILEVANTE? CHI CONOSCE LE PROCEDURE PER INTERVENTI “NON CONVENZIONALI”, TIPO NBCR?

BASTA CON LE FALSE PROMESSE DI AUMENTO DI ORGANICO, LA REALTA’ E’ UN’ALTRA E LA CONOSCIAMO BENE: STRAORDINARI A GO-GO, ASSUNZIONE DI PERSONALE PRECARIO (DISCONTINUI), SERVIZI E FORMAZIONE A RECUPERO ORE!!!

 

PER QUESTI MOTIVI, CON IL CONTRATTO SCADUTO DA 16 MESI E UNO STIPENDIO DA TERZO MONDO, CON UN RITARDO NEL PAGAMENTO DEGLI STRAORDINARI , DELLE CALAMITA’, DEI SERVIZI INCENTIVATI CHE VA’ DAI 3 AI 18 MESI,

CHIAMIAMO I POMPIERI DI RAVENNA AD ALZARE LA TESTA!

STATO DI AGITAZIONE PER LA PROCLAMAZIONE DELLO SCIOPERO!

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni