Stato di abbandono delle officine vigili del fuoco

La denuncia della Rdb Sardegna al Ministro Pisanu

 

Cagliari -

AL MINISTRO DELL’INTERNO ON. GIUSEPPE PISANU

PALAZZO DEL VIMINALE 00185 ROMA.

 

AL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

ON. FRANCO FRATTINI.

 

La scrivente O.S, intende denunciare alla S.V lo stato di abbandono completo in cui versano le officine dei Vigili del Fuoco, ubicate in Cagliari via Sa Pedixedda N° 1.

Premesso che:

· la circolare del 21 luglio 1998 prot. N° 12651/12213 emanata dalla direzione generale della protezione civile e dei servizi antincendio del Ministero dell’Interno, in base alla legge 22/ 8 / 1985, n° 444, impone ai Comandi provinciali dei Vigili del Fuoco le riparazioni all’interno, o comunque l’invio degli automezzi ad officine esterne solo dopo la visione e relativa relazione dei tecnici interni

· E stata istituita da ben 12 anni il centro officine dei Vigili del Fuoco, nel corso dei quali sono stati spesi e si continua a spendere centinaia di milioni

Considerato che:

· Il centro è senza una guida tecnica , gli organici del centro, oltre a non essere usati adeguatamente, sono da circa 13 anni senza i dovuti aggiornamenti in base ai loro profili professionali, e soprattutto non messi in condizioni di svolgere il loro lavoro, il tutto a causa dell’incapacità dei dirigenti locali;

· Presso i Comandi Prov.li VV.F della Sardegna, e specificatamente il Comando Prov.le VV.F di Cagliari , nonostante la legge menzionata impegni il Comandante ad adoperarsi al buon funzionamento del centro , vengono inviate ad officine esterne la totalità delle riparazioni;

· Esistono serie perplessità dell’operato dell’Ispettore Reg.le della Sardegna nonché quella del Comandante Prov.le VV.F di Cagliari, infatti la scrivente ha già inviato una denuncia alla Corte dei Conti con data del 19 Aprile 2001, e alla Procura della Repubblica di Cagliari il 14 Giugno 2002, per accertare eventuali irregolarità e responsabilità per il danno arrecato alla Pubblica Amministrazione .

In virtù del fatto che il Governo, di cui la S.V è componente con incarichi di grande responsabilità, si era prefisso di combattere lo sperpero dei soldi pubblici, nonché di dare efficienza alla Pubblica amministrazione, intenti che i dirigenti locali non attuano,

CHIEDIAMO: che in relazione a quanto descritto, la S.V intervenga presso il DIRETTORE DEL DIPARTIMANTO DEI VIGILI DEL FUOCO DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE, L’ISPETTORE GENERALE CAPO, L’ISPETTORE REG.le SARDEGNA , IL COMANDANTE PROV.le VV.F CAGLIARI, affinché cessi lo sperpero dei soldi pubblici, e soprattutto, le quaranta unità lavorative delle officine VV.F Sardegna abbiano il loro ruolo in riferimento alle loro competenze.

Visto la disponibilità dimostrata e l’importanza della questione sollevata,confidiamo in un suo riscontro scritto,approfittando di questa occasione per inviare cordiali saluti.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni