Sentite le OO.SS. .... ma solo alcune

l'RdB passa oltre scrive a Prodi

 

 

 

 

 

Roma -

Fanno le riunioni con i sindacati di polizia; un grande avvicinamanto al governo da parte dei sindacati confederali.

Purtroppo i risultati per i lavoratori sono quelli che dovrammo pagare il risanamento ...

 

in allegato la lettera inviata al Presidente del Consiglio:

Al Presidente del Consiglio dei Ministri On. R. Prodi

Al Presidente del Senato On. F. Marini

Al Presidente della Camera On. F. Bertinotti

Al Ministro dell’Interno On. G. Amato

Oggetto: relazioni sindacali – richiesta di incontro

Onorevoli presidenti,

abbiamo appreso dai vostri documenti ufficiali che il 24 u.s. il governo ha incontrato una parte delle organizzazioni sindacali cgil,cisl e uil, dei Vigili del Fuoco insieme ad altre organizzazioni sindacali della Polizia di Stato, per discutere delle determinazioni che la finanziaria riserva al corpo nazionale.

Tralasciamo nel merito di quanto scaturito dalla discussione, e ciò che vogliamo mettere in rilievo sono gli atteggiamenti di questa maggioranza, che utilizza per confrontarsi con le categorie, in sostanza conformi a quelli del precedente governo.

Ci permettiamo di far notare, che il confronto tra rappresentanti del governo e tutte le organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative, è ben lontano da ciò che si definisce corrette relazioni sindacali. Noi pensiamo che questi incontri dovrebbero privilegiare il confronto ed il negoziato, come strumento fondamentale, allo scopo di conoscere gli indirizzi politici di questa maggioranza, ma alla presenza di tutti gli interlocutori titolati. Le modalità di convocazione tenute da questo governo fanno rilevare la volontà di discriminare una parte dei lavoratori, si perché le OO.SS da voi convocate non rappresentano tutta la categoria.

Non intendiamo più di tanto soffermarci su questi aspetti, che comunque pensavamo appartenessero al passato, e riteniamo che un taglio con il passato si deve riscontrare, a partire da queste convocazioni il governo deve dare una risposta, impegnandosi in proficue e corrette relazioni sindacali per rispetto dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali che li rappresentano.

La scrivente dal giorno del vostro insediamento ha richiesto un incontro con il titolare del dicastero cui apparteniamo, un incontro per noi funzionale a capire quali sono gli indirizzi politici emanati per il dipartimento dei vigili del fuoco, tuttavia la nostra richiesta ad è stata ed è ancora lettera morta.

Inoltre per rendervi consapevoli circa le problematiche che affliggono il corpo nazionale dei vigili del fuoco, e ci riferiamo ad organici e risorse per le prestazioni di soccorso, la scrivente ha già svolto due manifestazioni e relativi scioperi generali portando migliaia di lavoratori in piazza. Le nostre attività sindacali, tra le tante cose, hanno portato alla luce l’assoluta insensibilità di questo governo verso le problematiche del settore, in quanto non abbiamo ricevuto alcuna informazione sull’orientamento del governo e/o le sue determinazioni, in merito al futuro della categoria lavorativa.

Intanto però sono state da voi invitate le altre organizzazioni sindacali e che nel merito della vertenza del settore hanno approvato questa legge finanziaria a nostro parere e non solo assolutamente penalizzante.

Allo scopo di prevenire nuovi conflitti e ricomporre le corrette relazioni sindacali Vi invitiamo ad incontrare la scrivente, anche al fine di rappresentare una discontinuità con il passato in materia di relazioni sindacali.

In attesa di vostro riscontro porgiamo distinti saluti.

p. la RdB-CUB Antonio Jiritano-Marino Pederzoli

 

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni