RIUNIONE COVID-19 DEL 16 MARZO CON IL COMANDANTE-MILANO

Milano -

Le OO.SS VV.F. Provinciali di Milano firmatarie

A TUTTI I LAVORATORI

RIUNIONE COVID-19 DEL 16 MARZO CON IL COMANDANTE

Le OO.SS scriventi, unite in un dialogo condiviso e costruttivo a tutela dei lavoratori in questo momento di emergenza sanitaria, nella riunione del 16 marzo svolta al Comando di Milano hanno potuto constatare che i continui appelli rivolti al Comandante, al fine di poter vedere accolti tutti i suggerimenti di contenimento e prevenzione alla pandemia, sono stati finalmente recepiti.
Il comandante ha aperto la riunione mostrando subito una serie di iniziative e disposizioni di servizio che ha immediatamente attuato e che saranno attuate nei prossimi giorni:
Non staremo ad elencare le DDS prodotte dal Comandante successivamente ai nostri comunicati dal 13 marzo e che riteniamo possano soddisfare in parte le nostre rimostranze essendo un buon inizio su disposizioni sicuramente migliorabili.
Vogliamo esprimere la nostra soddisfazione nella costituzione, da parte del Comando, di un Ufficio Crisi dedicato al problema COVID-19 volto ad intensificare l’attenzione e il monitoraggio della pandemia all’interno delle sedi di servizio e quindi tra tutti i lavoratori.
Ci è stato comunicato che il materiale per sanificare e le mascherine, pur essendo sul mercato di difficile reperibilità, saranno presto disponibili alla distribuzione.
Per quanto riguarda il monitoraggio della temperatura corporea a campione, il Comando ha acquistato dei termometri specifici, poiché quelli distribuiti dalla Direzione Regionale sono meno precisi e funzionali.
Il Nucleo NBCR ha ricevuto il benestare dalla Direzione Centrale per effettuare i tamponi, naturalmente rimane la responsabilità del risultato da parte del Servizio Sanitario.
Il Comando, tramite il TAS, ha avviato una mappatura dei casi di positività da COVID-19, al fine di informare preventivamente tramite la sala Operativa e nel rispetto della DGPR, il personale inviato in soccorso tecnico urgente.
Il comandante, ci ha informato che è al vaglio del medico del Comando e del RSPP la possibilità di non poter più garantire gli accasermamenti, poiché ad oggi la struttura (Sede Centrale) non garantisce le condizioni di ospitalità degli stessi. Le OO.SS su questo punto hanno chiesto di rimandare l’argomento alla fine dell’emergenza sanitaria, evidenziando che comunque la soluzione NON potrà essere quella di togliere l’accasermamento poiché i colleghi ospiti non sono mai stato un problema, piuttosto una risorsa fondamentale di questo Comando.
L’Ufficio Crisi COVID-19, ha illustrato una serie di grafici dove è stato evidenziato il calo degli interventi delle sedi di servizio, di quasi il 50% rispetto allo stesso periodo del 2019.
Purtroppo rimane un grosso problema la riduzione dell’orario di lavoro dell’impresa di pulizie causato dal cambio della ditta appaltatrice. Problema che perdurerà nel tempo e fino a quando l’Amministrazione persevererà a fare appalti al ribasso.
Il Comandante, su nostra esplicita richiesta di poter avere una maggiore presenza del medico presso il Comando, ha risposto che i suoi orari sono vincolati da un contratto di lavoro, ma che lo stesso si è reso comunque disponibile ad una “reperibilità telefonica” per far fronte alle emergenze.
Le OO.SS hanno chiesto che i richiami del personale dovranno essere effettuati SOLO ed ESCLUSIVAMENTE nella sede di servizio dove si presenta la criticità, anche da turni diversi.
Pertanto la richiesta unanime delle OO.SS scriventi è stata quella di EVITARE ASSOLUTAMENTE i rimpiazzi da altre sedi, e la proposta di gestione dei richiami in servizio da parte dei Capi Distaccamento al fine di dare un supporto all’Ufficio Listoni. Il Comandante ha evidenziato che potrebbe nascere una disparità sul monte ore individuale del personale richiamato in servizio straordinario, a tal proposito le OO.SS scriventi accetteranno consapevolmente vista l’azione forte di contrasto che si vuole attuare per abbattere il rischio di contagio.
Le OO.SS hanno chiesto di iniziare ad individuare delle zone filtro nella sede Centrale, finalizzate alla decontaminazione post intervento del personale ed evitare che all’interno della stessa sede si possa accedere con stivali d’intervento.
Il personale amministrativo lavora al limite delle presenze seguendo le direttive del Capo del Corpo,
Si sta cercando di attivare lo Smart Working ove possibile, ma con difficoltà a causa delle limitazioni esterne dei programmi ministeriali. l’Ufficio Personale è operativo con limitazioni e con precauzione al fine di limitare i contatti e ridurre l’esposizione ad un eventuale contagio.
Concludiamo, sottolineando che il contributo delle OO.SS scriventi non è mai stato orientato ad ostacolare il lavoro delicato che questa Amministrazione sta cercando di svolgere, ma è sempre stato uno strumento di aiuto finalizzato al raggiungimento di un obiettivo comune al quale devono per forza concorrere e collaborare più persone. Pertanto, siamo compiaciuti che il Comandante abbia capito che l’ascolto produce soluzioni e ne evita i conflitti.
Vorremmo evidenziare che queste OO.SS scriventi hanno lavorato con spirito di unità e collaborazione, al fine di tutelare tutti i lavoratori.
Questa unità ha prodotto ottimi risultati per TUTTI i lavoratori, pertanto continueremo a vigilare sulle iniziative del Comando con massima attenzione, auspicando settimanalmente degli incontri dedicati all’aggiornamento dell’emergenza sanitaria da parte del Comando con tutte le OO.SS.
Milano, 18 marzo 2020

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni