RISOLUZIONE FIANO...LA MARCIA CONTINUA

Nazionale -

Lavoratori,

uno degli impegni più grossi che USB ha messo in campo è quello dell’assunzione dei precari. CONTRATTI E ASSUNZIONI è da sempre uno slogan che accompagna le nostre innumerevoli  manifestazioni.

Nella giornata del 10 gennaio 2017 una delegazione USB ha incontrato il PD per discutere ed avere ragguagli sullo stato dell’arte della RISOLUZIONE FIANO. Ecco cosa c’è stato detto dal segretario tecnico FAVI per nome e conto di EMANUELE FIANO.

La risoluzione verrà votata in sede della commissione affari costituzioni della camera dei deputati entro la fine di questo mese. La stessa verrà poi presentata al governo come impegno formale a dover assumere o avviare al lavoro che è stato precario del corpo nazionale. Ricordiamo che è uno dei punti (cinque in totale) della risoluzione è la re-internalizzazione dei servizi e l’avviamento a lavoro. Contestualmente alla calendarizzazione e quindi votazione della risoluzione, USB ha concordato con il PD che nello stesso giorno o al massimo in quello successivo vi sarà un incontro tra l’onorevole FIANO e i lavoratori precari del corpo nazionale in modo da dare chiarezza a chi ha sostenuto durante gli ultimi due anni di dura lotta questo processo di assunzione. Certo non mancheranno le polemiche di chi crede ancora alle “cialtronerie” di associazioni della domenica che millantano di tutto, da anni, e poi vanno sotto braccio con “politici discutibili” del panteon nazionale. politici che di fatto non hanno mai firmato un solo atto a favore o contro i vigili del fuoco ma sono bravi a fare “populismo becero” contro tutti e tutto.

La RISOLUZIONE FIANO è stata costruita con la lotta che giorno dopo giorno si è concretizzata tra le piazze, le vie, i posti di lavoro di tutta Italia. Dal 2010 questa organizzazione sindacale ha gettato le basi per una costruzione seria di un processo di assunzione ed un abbattimento della precarizzazione nei vigili del fuoco. Basta discontinui o pseudo-volontari che in realtà sono precari… nei vigili del fuoco deve esistere e coesistere “anche” il volontariato… ma quello sano, utile, culturalmente necessario… il precariato è una distorsione violenta del volontariato che ha fatto del corpo nazionale dei vigili del fuoco un ambiente atipico dove attraverso il ricatto salariale e le false promesse di assunzione hanno, per anni, i giovani di un tempo sono diventati vecchi e senza lavoro oggi. Duole dover assistere ai proclami farneticanti di sindacati “a stelle e strisce”, caricature viventi della militarizzazione, permettersi di mettere al bando i discontinui affermando che essendo “vecchi” vanno “buttati via”…

L’appuntamento, quindi, è in piazza… la data sarà nota a breve. Il sindacato, la politica e i lavoratori discuteranno di come si fa lotta, a cosa serve la lotta e cosa faremo domani… perché un diritto una volta conquistato va anche mantenuto… e la piazza è la forza di espressione massima della lotta di classe.

CONTRATTI E ASSUNZIONE SUBITO - BASTA RIORDINO E BASTA FIRMAIOLI

BASTA LEGGE 252 - DL 217- DL 139 - DPR 64 – DPR 76

 

IL MONDO DEL SOCCORSO VA RIFORMATO TUTTO

ALLE DIRETTE DIPENDENZE DELLA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

NOI NON SIAMO SERVI DI NESSUNO

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni