REINTERNALIZZAZIONE DEI SERVIZI E ASSUNZIONI, DICIAMO BASTA ALLA PRECARIZZAZIONE!!!

Nazionale -

Lavoratori,

la realtà territoriale è sotto gli occhi di tutti, eppure molti fanno come gli struzzi nascondendo la testa sotto la sabbia. Servizio mensa allo sfascio, organici all’osso, parco automezzi in attesa solo del meritato riposo, ecc.

Eppure, malgrado l’importanza e l’urgenza di dover intervenire, nulla si muove. O peggio si cercano soluzioni come la “stabilizzazione” o l’elargizione del “buono pasto”, per non parlare “dell’emergenza di turno” per elemosinare qualche mezzo qua e la!!!

La USB, a ragione, è sempre stata contro il processo di precarizzazione del rapporto di lavoro  poiché non ritiene coerente che un precario possa svolgere la mansione di operatore del soccorso fino ed oltre i  50 anni,  e che poi per essere assunto, qualora ce ne fosse l’opportunità, deve invece possedere un’età inferiore a 35anni.  

Per ciò che riguarda il servizio mensa, la situazione attuale è parecchio grave e sotto gli occhi di tutti. L’amministrazione ha praticamente deposto le armi, in merito, decidendo di fatto che questo sistema può essere valutato e arginato in funzione delle esigenze locali; praticamente ogni realtà fa un po’ come gli pare “comando che vai, corpo nazionale che trovi”. In alcuni comandi il personale si è avvelenato in altri ha ingerito vetri!!!!. Eppure fornire un servizio mensa è obbligo dell’amministrazione!!!

Ma allora perché non reinternalizzare i servizi? Visto che è evidente che averli resi alla mercede degli esterni ha solo portato a malumori e a disaggi effettivi! Magari facendo combaciare le due realtà sopra descritte, proposte da sempre dalla USB.

Quindi, assumiamo il personale precario e fino ad una certa soglia lo inseriamo nei ruoli operativi e per chi è ben oltre tale requisito lo si assume con il compito di mantenimento di servizi interni (mensa, lavanderia, officina, ecc.) che sono molti importanti per il CNVVF. Abbattendo di fatto il problema del precariato assumendo e migliorando il “servizio”.

Così facendo potremmo rivolgere i fondi dei richiamo, non più necessari, verso il rinnovo del parco mezzi!!!

LE ASSUNZIONI QUINDI SONO LA SOLUZIONE DI 3 NOSTRI GRANDI PROBLEMI!!!

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni