Provincia di Monza e Brianza, la RdB incontra il Commissario Governativo

(la RdB Monza e Brianza muove i primi passi)

Monza -

A TUTTO IL PERSONALE

Lavoratori, nei giorni scorsi abbiamo incontrato il Commissario Governativo alla Provincia di Monza e Brianza, Dott. Luigi Piscopo per la terza volta.

Gli antefatti.

La prima volta fu nell’Aprile 2007, dove gli chiedemmo informazioni sulla nuova Sede VVF e un suo intervento presso il Ministero per rivedere la classificazione prevista da S1 a S4/S5, con il conseguente aumento di organico, similmente alle Province ad alta densità abitativa.

Già in quell’occasione avemmo modo di vedere il progetto della nuova Struttura e subito ne contestammo l’inadeguatezza.

Nel corso di questi mesi la RdB, in assoluta solitudine, data la mancanza assoluta di  interessedelle altre sigle sindacali, ha incontrato varie Autorità sul territorio (Sindaci, Assessori Regionali e Provinciali) fino ad arrivare a Parlamentari che hanno prodotto interrogazioni urgenti riguardanti gli organici e i mezzi della futura Provincia.

Appreso dalla stampa che il progetto della nuova Sede era stato approvato, sempre e solo su nostrarichiesta, l’Assessore all’Urbanistica della Regione Lombardia, Davide Boni, ci ha ricevuto e illustrato la versione definitiva dei disegni, ovviamente uguali a quelli contestati precedentemente.

La situazione si evolve (purtroppo non al meglio).

A seguito di tutto ciò, abbiamo prodotto un nuovo documento con le nostre osservazioni al progetto e nelle scorse settimane abbiamo avuto un secondo incontro con il Dott. Piscopo.

Il Commissario ci ha mostrato il progetto approvato e viste le nostre osservazioni ha dichiarato che lui si era affidato ai massimi esperti del settore, cioè i Dirigenti del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco.

AH, AH, AH (risata…).

Come al solito il lavoro dei nostri Dirigenti e stato fatto alla “carlona”:

chi compera gli Automezzi poi non li guida, chi sceglie le divise poi non le indossa, chi progetta le Sedi poi non ci vive!

Infatti il progetto abbatte l’unico magazzino esistente, non si crea autorimesse per automezzi pesanti, non è prevista la mensa nella nuova struttura, lasciando il servizio ristorazione al secondo piano della vecchia struttura, etc..etc..etc... In compenso si creano 70 uffici (ma quanti impiegati avrà la nuova Provincia?).

Preso atto delle nostre osservazioni, il Dott. Piscopo ha contattato il Dipartimento dei Vigili del Fuoco a Roma per avere le dovute spiegazioni.

E arriviamo al punto.

Avuta la risposta da Roma, il commissario ci contatta e vedendoci per la terza volta: la risposta è la classica arrampicata sui vetri, dove la cosa più eclatante è che le nostre osservazioni erano leggittime!!!…

Veniamo a conoscenza del nome della ditta che si è aggiudicata l’appalto (quasi 5 milioni di €uro) e che il Ministero, oltre ad avere redatto il progetto, dirigerà anche l’esecuzione dei lavori.

(non sappiamo se ridere o piangere…).

Conclusione (per il momento).

Visto che il progetto è già stato approvato, ci adopereremo affinché in corso d’opera vengano realizzate le nostra aspettative di modifica, anche per quello che riguarda la sede esistente: a questo proposito il Commissario e  l’Assessore della Provincia di Milano per l' attuazione della  Provincia Monza e Brianza Luigi Ponti, hanno assicurato che lavoreranno insieme per risolvere anche le problematiche della struttura esistente (quella operativa), dove non era prevista nessuna modifica

Vigileremo affinché i soldi dei contribuenti (quindi nostri) non vengano sprecati e vi terremo informati dell’evolversi della situazione.



* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni