Per i Vigili del fuoco solo indifferenza da parte del governo

Un'altra stagione di fuoco all’insegna della precarietà

 

 

 

 

 

 

 

Roma -

Dopo la calura estiva è arrivato il momento di tirare le somme, che purtroppo fanno registrare un’altra estate di segno negativo, fatta di incendi ed interventi con squadre ridotte e mezzi sempre più usurati. A ciò bisogna aggiungere che nel paese vi sono regioni più “fortunate” e altre invece meno, poiché in alcune è stato possibile attivare convenzioni tra regione e Vigili del Fuoco e quindi essere agevolate, in quanto in grado di utilizzare squadre antincendio maggiori di quelle ordinarie. Le restanti regioni oltre all’ atavica carenza organica hanno registrato ulteriori carenze dovute ad infortuni., e in ogni caso sempre accompagnate da risposte aleatorie da parte del governo!

Un destino paradossale per i precari dei vigili del fuoco che a fronte di una carenza dichiarata di circa 15.000 unità - posti disponibili o vacanti - ci sono poco più di 10.000 aspiranti nelle graduatorie permanenti. Lavoratori precari da anni in attesa di un’ assunzione a tempo indeterminato, ed oggi, per voce del governo a fine anno queste graduatorie verranno chiuse.

Per dare una risposta concreta al crescente Precariato nella pubblica amministrazione non ci si deve spremere troppo le meningi!

Serve una legge di sanatoria programmata e generalizzata, una nuova 285.

Confermato a Roma in data 6 OTTOBRE, LOSCIOPERO E LA Manifestazione Nazionale dei LAVORATORI PRECARI del pubblico impiego, dove i vigili del fuoco parteciperanno numerosi per esprimere il proprio disagio al governo (dopo tanti anni di lavoro precario e richiami in servizio solo per esigenze dell’amministrazione) perché venga riconosciuto il loro diritto ad avere una sistemazione definitiva.

Ancora un’altra estate di speranze per centinaia di migliaia di lavoratori precari della pubblica amministrazione. Per le RdB/CUB, le dichiarazioni rilasciate dal Ministro Nicolais danno il senso di come il Governo non abbia reali intenzioni di risolvere il problema del precariato nel pubblico impiego. Ogni giorno solo dichiarazioni di propaganda politica che poi nei fatti non si traduce nemmeno in assunzione del personale che va in pensione..

Serve, invece, un immediato intervento normativo che consenta l’adeguamento delle dotazioni organiche, bloccate da anni, ai reali fabbisogni di servizio - acconsentendo a questi Lavoratori il diritto maturato in anni di precariato di vedere convertito a tempo indeterminato il proprio rapporto di lavoro.

Ci vuole una nuova legge 285. Le RdB/CUB hanno già fatto presentare in Senato e alla Camera un’articolata proposta di legge che dà un segnale concreto e fattibile da un punto di vista degli strumenti normativi. Chiediamo di invertire la politica dei precedenti Governi di tagli e esternalizzazioni che hanno causato e alimentato in questi anni il fenomeno del precariato, rivedere la logica del Pacchetto Treu e mettere la soluzione del precariato di Stato ai primi punti dell’agenda di governo e farlo già a partire dalla finanziaria.

Per incalzare il Governo su questo punto ed evitare che le soluzioni siano parziali o tampone le RdB/CUB hanno proclamato per il 6 Ottobre uno sciopero nazionale dei Lavoratori precari del Pubblico Impiego con manifestazione nazionale a Roma per spingere il Governo e la Maggioranza a promuovere interventi legislativi per abolire sia il Pacchetto treu che la legge 30 e avviare, in tempi stretti, una sanatoria programmata e generalizzata del precariato del P.I., attraverso la trasformazione a tempo indeterminato dei contratti precari.

In un anno di campagna elettorale abbiamo sentito gli esponenti dell’attuale maggioranza spendere fiumi di parole sulla piaga del precariato. “oggi precari domani assunti” – chiediamo il conto al governo!!

Non è più tempo di restare immobili ad attendere la compassione di Governo e sindacati concertativi. I lavoratori precari stanno prendendo in mano il proprio destino.

 

La RdB/CUB dei vigili del fuoco aderisce alla campagna “ASSUNTI SUBITO ASSUNTI DAVVERO – Licenziamo la precarietà”.

 

info: info@vigilidelfuoco.rdbcub.it

web: assuntidavvero.rdbcub.it

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni