Organici e straordinari: la beffa!

Milano -

A tutt’oggi non abbiamo ancora ricevuto risposta alla nota inviata il 20/8/2009 alla Direzione Regionale Lombardia, per conoscere la situazione degli organici dopo l’assegnazione degli ultimi VP e CS e contestuali pensionamenti.

Ovviamente la richiesta è stata inviata anche a causa dell’assenza di informazioni da parte della DR sul proseguo degli avvicendamenti in Abruzzo, alla luce della consistenza delle unità operative contenute nella documentazione fornitaci dal coord. prov. di Milano.

Infatti, nella stessa, si evince una forte carenze di organico, carenza che il Vice Capo Dipartimento disconosce, negando l’autorizzazione degli straordinari ai qualificati, che invece autorizza agli autisti, figura guarda caso non abilitata durante il corso proprio dal Dipartimento Centrale della Formazione.

Sempre lo stesso Dipartimento che ora è superimpegnato per organizzare 3 “COMPAGNIE D’ONORE” per la festa del CNVVF…. e che per questo evento non baderà a spese…

A proposito, chissà quanto ci costerà tutto questo?...

Nel documento di Gambardella, si evince che quasi la maggioranza dei comandi della Lombardia non ha carenze organiche!

Guarda caso solo Brescia, ex città in cui era prefetto il Capo Dipartimento con l’aggiunta, bontà loro, di Mantova, pare siano gli unici comandi sottorganico.

Stranamente in questa striminzita hit parade, non compaiono altri comandi come ad esempio Bergamo, Lodi, Pavia…

In particolare per Pavia, sarebbe da spiegare il fatto che se ci fossero qualificati a sufficienza, non si capisce come mai il 13 agosto sia deceduto un VP in un intervento coordinato da un altro VP e non da un CS?!?

Se non esistevano carenze, come mai il Comandante provinciale ha utilizzato impropriamente un VP per coordinare una squadra?

Gestioni contraddittorie della nostra amministrazione? o problematiche reali?

Per questa assurda situazione inoltreremo formali quesiti al Capo Dipartimento e al Direttore Regionale, che continua a sorprenderci con i suoi silenzi e mancanza di informazioni alle OO.SS..

A questo punto sul ruolo del Direttore, non ci che resta ribadire quanto già espresso in un precedente comunicato (riflessioni sulla morte di un collega), aggiungendo non solo l’indifferenza sulle carenze di organico, ma anche sulla sicurezza delle squadre operative, viste le mancate risposte alle istanze sugli automezzi.

Se difetta sull’informazione, il Direttore non manca invece le occasioni di propaganda, visto che a maggio di quest’anno, nel contesto della consegna ufficiale di “mini bus e furgoni”, da parte del Presidente della Regione Lombardia, presso la sede di via Messina a Milano, aveva espresso compiacimento affermando che da quel momento oltre agli “uomini”, avevamo anche i “mezzi”…

Degli uomini ne abbiamo parlato, mentre dei mezzi…dopo 4 mesi, sono ancora fermi nel piazzale manovre, in attesa che lui li assegni ai comandi.

Si starà  forse aspettando un’altra occasione?

Magari la passerella di qualche alto vertice della nostra amministrazione?

In conclusione dobbiamo registrare che per Dipartimento e Direzione Lombardia non ci sono problemi di organico e che forse siamo noi ad esagerare con le lamentele.

Siamo comunque in attesa di una risposta alla nota inoltrata rispetto alla situazione degli organici della regione, per la quale riteniamo che le carenze esistano, così come le gravi responsabilità sulle procedure sui passaggi di qualifica, dato che i corsi non hanno compensato neanche i pensionamenti dei primi 8 mesi del 2009.

Riguardo all’utilizzo degli straordinari, è una pericolosa scorciatoia attuata dall’amministrazione, per non mettere mano alle necessarie modifiche del 217/05.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni