NO REPRESSIONE-NO ORDINE PUBBLICO

Torino -

Lavoratori,

in allegato potete leggere il comunicato stampa che USB VVF PIEMONTE ha inviato agli organi di stampa in merito ad articoli pubblicati  il giorno 8 dicembre 2013, dove si afferma che:


saranno impiegati anche gli idranti per liberare le strade, gli svincoli, le provinciali. E’ quanto scrive il Viminale nell’ultima informativa spedita ai prefetti e questori, invitati a valutare la possibilità dell’eventuale disponibilità dei mezzi speciali dei Vigili del Fuoco, ritenuti idonei per eventuali emergenze.”


Ravvisiamo che anche altre sigle sindacali locali (Torino) hanno firmato tale documento, venendo finalmente sulle posizioni che USBVVF va sostenendo da tempi non sospetti,  nonostante la militarizzazione del corpo nazionale sia stata voluta proprio dalle loro ooss nazionali che, con la pubblicizzazione del rapporto di lavoro, hanno relegato i vvf ad una manovalanza subalterna dei prefetti e questori.

Questo lo si può riscontrare anche in altre parti della penisola dove spesso e volentieri si "usano" i pompieri in interventi di ordine pubblico per tagliare catene o lucchetti e agevolare sgomberi centri sociali, sfratti di persone insolventi o pericolosissimi malavitosi, ecc. e dove la sola USB VVF con i propri delegati si oppone a questi abusi ricevendo in cambio contestazioni e sanzioni disciplinari.

Lasciamo pertanto quelle ooss alle contraddizioni o ipocrisie del caso per continuare nella nostra opera di sensibilizzazione che ci vede da sempre al servizio di tutti e servi di nessuno per una nuova e moderna protezione civile fuori dal ministero dell' INFERNO.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni