MARCHE: LA POLITICA GIOCA A RISIKO CON I VIGILI DEL FUOCO

Ascoli Piceno -

Il giorno 15 di maggio , alle ore 9,30 presso la Direzione Regionale , si è tenuto un incontro con le forze sindacali .

Il Direttore informa che ci sono buoni segnali per avere la caserma nuova al comando di Ancona .

Comunica poi che si è riusciti ad avere un buon numero di richiami di discontinui per la stagione estiva ; ben 200 oltre la quantità già assegnata a tutte le Marche.

Per quanto riguarda la mobilità dei vigili, essa è imminente e la Direzione (novità rispetto agli altri anni) non sarà più a “rimorchio” del comando di Ancona, ma avrà una assegnazione separata; ciò a dire che i vigili entranti , potranno mettere “direzione” come seconda scelta (o terza ..) nel fare domanda di trasferimento.

In merito al protocollo di ricerca persona che il Prefetto di Ascoli ha abbozzato, la direzione comunica che non si ravvisano imprudenze e/o concessioni da parte del Comandante di Ascoli: infatti non è stato firmato nulla. Vero è che chi ha redatto la bozza si è mostrato avventato e di questo, l’amministrazione, si curerà di “insegnare” i difetti e le omissioni a chi di dovere.

A questo punto si è entrati nel merito della campagna AIB per l’anno in corso.

L’anno passato, la somma stanziata era pari a 416.000 + 84.000 euro per la SOUP e la Boschiva vera e propria. Per quest’anno, anche a causa di un governo regionale spossato e con il pensiero di rincasare alle prossime votazioni, la Regione ha offerto di rinnovare la convenzione decurtando circa 60.000 euro rispetto a quanto messo in bilancio l’anno scorso.

Il nostro pensiero non ritiene saggio né abbandonare il tavolo senza firmare né ridurre “ancora” i giorni in cui la campagna è attiva (ora siamo a soli 44 giorni e chi sarà ad amministrare, può darsi che si ravveda...) ma semmai di restringere la giornata lavorativa da 12 a 10 ore (orario 9,00 ÷ 19,00 ad esempio) .

A tal proposito, noi della USB, abbiamo lamentato che i comandi della regione , hanno stentato e di molto a sfruttare le possibilità che la convenzione offre (forse anche a causa di imperizia e inconsapevolezza delle figure preposte) e quasi mai si è fatto ricorso ad attivare la squadra AIB quando ce n’erano gli effettivi presupposti (spieghiamo meglio: la convenzione dice che se c’è un incendio di bosco, POSSONO essere richiamate le squadre a casa e, quindi, pagate in straordinario, in QUALSIASI periodo dell’anno , ANCHE DI NOTTE) Su questo punto, la Direzione è stata d’accordo a non lasciare cadere delle risorse a causa di “inconsapevolezze” per tanto … anche in questo caso si farà carico di “insegnare” a chi di dovere.


* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni