Incontro con il Dirigente provinciale.

Bologna -

Oggi in sede centrale si è tenuto un incontro tra il locale Dirigente e le OO.SS., all’ordine del giorno la mobilità dei capi squadra prevista per il 22 dicembre prossimo.

Il Comando di Bologna già sott’organico, scenderà a 390 unità delle 451 previste dalla pianta organica, questo significa 61 uomini in meno.

Considerando poi che la pianta organica è già sottodimensionata, basti pensare a quanti discontinui/precari ogni mese vengono richiamati in servizio per permettere il servizio di soccorso ordinario.

Il Dirigente ci ha indicato quattro provvedimenti a seguito di una comunicazione ministeriale.

- Punto primo e secondo, l’utilizzazione dei CR e CS impegnati in turno giornaliero, su questi due punti l’RdB è assolutamente d’accordo, pur riconoscendo il valore dell’opera svolta dai giornalieri, il soccorso ha la priorità. Siamo comunque convinti che la situazione migliori di poco, visti i numeri esigui. I capi reparto infatti sono in via di estinzione (quando un nuovo corso?) e tra i giornalieri vi è chi ha problemi fisici, fatto questo che impedisce il reintegro nei turni.

- Punto terzo l’utilizzo in orario straordinario dei qualificati in turno libero. Su questo aspetto la RdB mantiene una linea di dissenso in linea di principio, si continua infatti a non assumere e a sfruttare il lavoratore. Tuttavia la situazione di grave carenza di personale ci impone una scelta, diamo dunque il nostro assenso a condizione chiaramente che lo straordinario sia a pagamento e su base volontaria.

- Punto quarto, utilizzazione della mobilità a livello regionale, anche su singoli turni di servizio, di personale qualificato. Su questo punto l’RdB ha grandi perplessità, che comunque vanno discusse in altra sede. Sarebbe infatti assurdo a seguito di una mobilità che ha creato problemi, andare a farne altre che di certo non risolveranno e anzi creeranno più disagi.

In definitiva il problema si risolve solamente procedendo a formare urgentemente più capi squadra e capi reparto, magari evitando metodi selettivi fantasiosi come l’ultimo concorso, peraltro momentaneamente arenato. Bisogna inoltre procedere urgentemente all’assunzione di più vigili, attraverso la stabilizzazione dei precari, questa infatti la strada più breve per rimettere in moto l’avanzamento di carriere e il conseguente buon svolgimento del servizio di soccorso.

In ultimo il Comandante ci ha comunicato che i soldi del fondo scorta sono finiti e quindi gli straordinari di novembre e dicembre verranno pagati il nuovo anno, appena arriveranno i nuovi stanziamenti.

In conclusione alleghiamo la risposta del comando al nostro comunicato “altro che Santa Barbara” del 04/12/08.

Riteniamo le risposte insoddisfacenti e non esaustive.

La RdB è a disposizione del comando per eventuali chiarimenti e si impegna come sempre a denunciare le problematiche quotidiane che ci verranno segnalate, senza tralasciare la possibilità di collaborare con il Comando su eventuali iniziative volte al miglioramento della qualità e della sicurezza in ambito lavorativo.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni