"IMPOSIZIONE" AIB -campagna Anti Incendio Boschiva

sindacato autocalpestato

Catanzaro -

Da pochi giorni si è conclusa la campagna AIB 2013; USB da sempre è stata contraria allo sfruttamento dei lavoratori, ma, consapevole delle esigenze di questi di dover racimolare qualche euro in più in questi periodi da FALLIMENTO, ha lasciato libera facoltà ai lavoratori di aderire o meno a determinate forme di sfruttamento (turnazioni ininterrotte, mezzi fatiscenti, senza certezza di retribuzione).

Non si può però tacere davanti a certi  crimini!

È un crimineIMPORRE UNA “CONVENZIONE” se tutte le OOSS regionali di categoria  sono contrarie; con l’Imposizione avvenuta il 13 agosto 2013, non ci sembra raggiunto l’obiettivo auspicato dalla Corte dei Conti della Repubblica Italiana  con deliberazione n. 18/2011/G.

L’imposizione è un crimine contro i lavoratori ed il “Sindacato”, contro la storia ed il diritto, un abuso da parte della direzione regionale VF Calabria, da parte della inadempiente Regione Calabria,  un abuso in pieno spregio delle prerogative e volontà del Sindacato.

È il crimine di alcuni sindacati “gialli” contrari alla stipula della convenzione AIB, ma poi gettati a rotta di collo ad effettuare il massimo straordinario possibile : un vero esempio di coerenza e lealtà!

È un crimine retribuire lo straordinario di un lavoratore dopo 24-36 mesi e tassare poi tutta la restante retribuzione annua, facendosi restituire sino all’80% dello straordinario percepito!

È un crimine che un dirigente VVF dichiari con comunicati stampa che i VVF non hanno competenze sugli incendi boschivi e di sterpi e poi circuisca i lavoratori dichiarando il contrario nelle disposizioni di servizio;

È un crimine ridurre un comando provinciale -Catanzaro- senza mezzi, senza istruttori, senza specialisti solo perché il dirigente deve centrare l’obiettivo “risparmio” per intascare il premio di produzione e la promozione, ma lasciando un capoluogo regionale allo sfacelo totale sul fronte soccorso pubblico!

È un crimine abusare della bontà dei lavoratori ed abusare della propria posizione di dirigente per imporre ai lavoratori di utilizzare la propria auto personale per trasferte in nome e per conto dell’amministrazione!

E’ UN CRIMINE CHE I VERTICI NAZIONALI DEL CNVVF, TACCIANO SAPENDO.

IL SINDACATO  CALPESTATO DAL SINDACATO; I VERTICI SINDACALI DI CATEGORIA CHE NE PENSANO?

 

IL NEO PREFETTO DI CATANZARO CREDIAMO NON FOSSE AL CORRENTE DELLA “IMPOSIZIONE” AIB essendo giunto a Catanzaro pochi giorni prima;  se fosse il contrario, sarebbe grave! Purtroppo una richiesta di convocazione non ha sortito nessun riscontro.

                                     

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni