FREGIO UNICEF

SIAMO AMBASCIATORI DI BUONA VOLONTÀ NON SOLDATINI DI PIOMBO

Nazionale -

Lavoratori,

la corsa a gradi e fregi ci ha fatto perdere di vista la vera natura sociale del CNVVF. La linea attuale dell’amministrazione spoglia i lavoratori della loro identità professionale, per sussumerli alla gerarchia militaresca. Proprio ora che la convenzione con l'UNICEF sta scadendo ed andrebbe rinnovata, chissà come la prenderebbero all'UNICEF, nel notare l’evidente deriva militarista ed autoritaria del CNVVF, rispolverando dall'oblio nostalgico e revanscista un Regio Decreto del novembre 1937 sull'armamento nel periodo pre bellico del Vigile del Fuoco...!!!

Non dovremmo dimenticare che questo fregio UNICEF è unico nel suo genere ed è motivo di grande orgoglio per noi vigili del fuoco che siamo l’unico corpo a poterlo indossare. Quando di contro noi ci trasformiamo in qualcos’altro. Non sono solo le mezzelune a sparire ma oltre allo spazio ben in vista del “grado”, c'è solo l'indicazione della sede di servizio. Certo il tentativo di neo rimilitarizzazione del CNVVF che mal si concilia con l'attestato di ambasciatori di buona volontà dell'UNICEF.

Ma siamo pronti a perdere questo simbolo unico al mondo per essere uguali a tutta la massa in “divisa”??? Vogliamo essere “soldatini” comandati da tutti o professionisti amati e stimati dal mondo???

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni