E ORA ...?!

Una moltitudine di lavoratori sta subendo la contrazione delle ferie non essendo possibile sostituire il personale messo in mobilità ed il concorso

Firenze -

Lavoratori,

con la mobilità dei Capi Squadra attuata dall’Amministrazione e sottoscritta dalla triplice ma voluta quasi esclusivamente dalla CISL a ridosso delle festività natalizie si è creata una situazione in cui molti Comandi si sono trovati nella condizione di vedersi contrarre l’organico. Tale mobilità, nella mente dei proponenti (CISL), doveva servire ad accontentare le solite ben note clientele che erano rimaste a bocca asciutta dall’arresto del tanto sbandierato Comparto Sicurezza . La pressione sull’Amministrazione è stata tale che nonostante vi fossero motivi ostativi per la funzionalità dei Comandi, la CISL ha imposto una scelta che accontentando pochi ha scaricato le conseguenze su una moltitudine di lavoratori che stanno già subendo una ventilata contrazione delle ferie per le festività natalizie. Infatti, non essendo possibile sostituire il personale in mobilità in quanto è ancora in alto mare il prossimo corso per passaggio di qualifica, l’attuale e cronica mancanza di personale si è acuita in maniera ancora più pesante dando luogo a pesanti contraddizioni che si concretizzano nella solita guerra tra poveri. Ma quando verranno ridotte o tolte le ferie i lavoratori dovranno ringraziare la CISL che ha gli ha confezionato un bel regalo natalizio.

Come farà tale organizzazione a gestire le contraddizioni che stanno già emergendo all’interno dei Comandi e fra i lavoratori?

Com’è possibile che certi sindacati passino indenni di fronte a simili scelte ?

Scelte scellerate che i lavoratori e in modo particolare i propri iscritti dovrebbero vagliare criticamente convenendo sul fatto che queste OOSS non fanno più i loro interessi.

Dopo aver subito la scelta banditesca della collocazione del CNVVF nel famigerato COMPARTO SICUREZZA a costo zero per l’Amministrazione e quindi senza 1 Euro d’aumento per i lavoratori ma sacrificandone invece i diritti e le garanzie acquisite in anni di lotte, ora si vedono aumentare il carico di lavoro e la riduzione delle ferie per effetto della mobilità.

Questo è il frutto perverso delle posizioni fin qui tenute dal sindacalismo confederale, che, a differenza della RdB, ha sottoscritto il Contratto Integrativo con i nuovi criteri falsamente meritocratici ma obbiettivamente clientelari che pongono tutti contro tutti determinando non un ambito avanzamento di carriera ma un vergognoso valzer dove il lavoratore si smarrisce con facilità.

Scegli di stare dalla tua parte, fai i tuoi interessi, sostieni la RdB!

Buone Feste a tutti i lavoratori ed in particolare a quelli che saranno costretti, grazie a le scelte CISL, a rimanere in servizio. Auguriamoci che siano i propri delegati.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni