E FINITA L'ERA DEI PUPI A FILO - DIRITTO D'INFORMAZIONE E COERENZA

IL SIPARIO SI STA PER CHIUDERE

I lavoratori non devono essere tenuti all'oscuro su quello che il futuro gli riserva

Salerno -

Non appena si incontrano i lavoratori e si spiega loro la bozza di riordino, facendo comprendere quali possono essere le conseguenze di alcuni accordi, CGIL, FNS CISL e UIL  Salernitani, sferrano un attacco alle persone che rappresentano i lavoratori in altre O.S.  invece che ribattere e dire il contrario.

Premesso che i lavoratori devono sapere che tutto quello che sarà approvato nel decreto di riordino te lo devono dare, tutto quello che non c'è lo puoi contrattare sempre se il decreto lo prevede.

Fatta questa premessa alla luce del prospetto allegato per ulteriore correttezza si  evince che il numero complessivo dell'organico è in aumento, ma vi sono dei distaccamenti che opereranno in SD1 e cioè la squadra di soccorso opererà 4 permanenti e 1 volontario ( questo è dato di fatto che lo contesta anche la CGIL nazionale )

 

 

Estratto dal documento pubblicato sul sito CGIL

Ad ogni modo occorre intervenire in termini di stretta osservanza dei principi di natura contabile riguardanti la giustificazione di spesa sui volontari-discontinui, adeguando gli organici su base provinciale, lasciando spazio all'autonomia organizzativa dei singoli Comandanti provinciali o delle Direzioni regionali, previo il confronto con le OO.SS. , a livello locale, di operare sul dimensionamento dei distaccamenti SD1 che non possono essere configurati su “pianta stabile” col meccanismo 4 più 1, quanto con dimensionamento alla squadra operativa ottimale che pure il documento definisce.

Sui distaccamenti con nuova indicazione SD2 emerge da un lato un possibile decrementosalariale per i capi-reparto che cambieranno orario in 12-36 almeno per la parte dei festivi domenicali e dei notturni.

Mentre per i Capi Squadra, due per turno, riesce difficile immaginare una strutturazione stabile e che riduca sensibilmente i rimpiazzi. In questo caso occorre accrescere disponibilità in capo ai singoli Comandanti, per ragioni anche specifiche dei singoli Comandi provinciali e di ritrovare un modello organizzativo attraverso il confronto sindacale locale.Sulle sedi centrali occorrerebbe l’indicazione organica dei distaccamenti prima qualificati come “cittadini” che devono poter contare su organico definito. Anche qui si dovrebbe poter consentire di operare un raffronto con la precedente classificazione.

 

Quindi cosa è stato detto di contrario!!! quando si parla che il distaccamento Città scompare dalle carte, due sono le legittime  ipotesi: o chiude, o rimane.

Se rimane sottrae organico della Sede Centrale? dove passa da 96 VP del 2008 a 80 VP del 2014, inutile che ci giriamo attorno.

Con l'incontro avuto con il Direttore Regionale ed il verbale sta esposto in bacheca, lui stesso ci ha confermato che con l'organico totale si può contrattare a livello locale un nuovo dispositivo di soccorso, non escludendo l'apertura di un nuovo distaccamento.

Tutto questo e nell'invero simile che con l'organico totale si riesca a garantire una squadra fissa di 5 unità permanenti, qualche rincalzo ( botte e scala ), SAF 2B, centralino e qualche altro servizio nei turni, poiché il 33% va su salti programmati e licenze. E la formazione? E i rimpiazzi?

Si fanno accuse che invece di occuparci dei problemi dei pompieri si semina scompiglio e agitazione.

Allora occupiamoci dei problemi all'interno del Comando:

1.   al momento sono a servizio giornaliero 2 CS, 3 Aut e 2 VP. Detto personale abile ed arruolato può essere impiegato nell'operatività, invece si sprecano soldi pubblici per le integrazioni per carenza di personale e si accresce il carico di lavoro del personale turnista e utilizzando ancora i Vigili Coordinatori.

2.   Un settore officina che a vista di tutti è allo sbando in quanto tanti mezzi non si riparano adducendo alla mancanza di fondi!!!!!!

3.    Un settore acquatico che non si sa se tutti i mezzi acquatici possono essere prontamente utilizzabili in quanto il personale scarseggia e se è presente nei turni!!!!!!

4. Hanno nascosto autisti facendo utilizzare il titolo solo per il passaggio di qualifica.

5.   Appoggiano l'utilizzo dei Vigili Discontinui a servizio giornaliero sottraendoli all'operatività dei distaccamenti.

6.  Competenze accessorie da pagare al 2011 fermi alla firma e non  si sa perchè non vengono retribuite.

7.   Riducono spesso il personale a Giffoni e Sarno garantendo soltanto la botte.

8.   Il personale del distaccamento di Sarno si è perso.

9.   Si blocca la formazione momentaneamente per carenza di personale, ma loro sono sempre a servizio giornaliero.

10.  Hanno fatto fare le domande di mobilità al personale e non si effettua la mobilità interna.

E MI FERMO perchè sono tre anni  che non fanno comprendere al personale quali sono le problematiche.

Se taluni sono ambigui questi come li volete definire?

Le differenze tra OO.SS ci devono essere ma la gente deve essere edotta e non tenuta all'oscuro su quello che il futuro gli riserva, deve essere libera di scegliere e non soggiogata da intimidazioni se non si allineano a talune OO.SS. rasentando la persecuzione.

 

 

ADESSO BASTA, RIBALTIAMO IL TAVOLO.

E FINITA L'ERA DEI PUPI A FILO IL SIPARIO SI STA PER CHIUDERE

INOLTRE USB VVF DI SALERNO HA PARTECIPATO IL GIORNO 6 AD UN PRESIDIO DELLA FEDERAZIONE REGIONALE IN CORSO VITTORIO EMANUELE PER PROTESTARE CONTRO LA SPENDING REVIEW DISTRIBUENDO AI PASSANTI VOLANTINI MESSI A DISPOSIZIONE DAL COORDINAMENTO NAZIONALE SULLA SPENDING REVIEW NEI VIGILI DEL  FUOCO E SUL RIORDINO DELLE COMPETENZE DEL CNVVF.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni