Dove sono le assunzioni promesse dal Ministro?

Presso la sala del Dipartimento è stata illustrata la nuova strategia del Ministero dell’Interno per far fronte al servizio tecnico urgente in Ital

Roma -

Lavoratori,

presso la sala del Dipartimento è stata illustrata la nuova strategia del Ministero dell’Interno per far fronte al servizio tecnico urgente in Italia.

Il progetto, chiamato “soccorso Italia in 20 minuti", prevede l’apertura di nuove sedi volontarie in quelle zone che a tutt’oggi risultano scoperte dal servizio antincendio, sotto il controllo e la gestione del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, così da garantire alla popolazione il raggiungimento del luogo dell'intervento, entro e non oltre i 20’.

In effetti la nostra amministrazione ha ravvisato la necessità di una copertura con tempi certi e sempre minori, per allineare il Corpo nazionale agli standard europei.

Il problema sta nel fatto che, questo adeguamento non può avvenire solo tramite un forte impulso di sviluppo della componete volontaria del Corpo nazionale.

Attualmente, oltre 11 milioni di Italiani, non godono della garanzia di un servizio di soccorso in grado di intervenire entro i 20 minuti.Il progetto prevede la possibilità di ridurre i tempi d'intervento nei confronti di 5 milioni di cittadini. A tale scopo l'amministrazione intende intervenire mediante l'apertura di 529 distaccamenti volontari, il tutto, a spese degli enti locali (Comuni).

La RdB ha espresso l'assoluta contrarietà rispetto all'impostazione del progetto, che andrebbe di fatto a sostituire la componente permanente con quella volontaria, facendo gravare i costi sulle imposte comunali.

Inoltre, la RdB ha ribadito che il Governo deve assicurare il soccorso al cittadino potenziando, innanzitutto, la componente permanente, in grado di garantire il soccorso tecnico in modo uniforme e professionale su tutto il territorio.

Per questi motivi abbiamo espresso la necessità di un chiarimento da parte del Ministro sulle promesse più volte rilasciate alla stampa di 3000 assunzioni da effettuare in 3 anni.

Per la RdB, solo dopo l'assunzione in ruolo del personale discontinuo sarà possibile avviare un confronto sulla componente volontaria.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni