DICHIARAZIONE DELLO SCIOPERO PROVINCIALE DELLA CATEGORIA VIGILI DEL FUOCO CATANIA

20 Febbraio 2021

Catania -

 

La scrivente Organizzazione Sindacale espletato il tentativo di conciliazione, non andato a buon fine, nel tentativo di sensibilizzare anche l’opinione pubblica sulla grave situazione in cui versa il soccorso tecnico urgente con particolare riferimento alla dotazione organica, il comando di Catania soffre una carenza di oltre 128 unità a vario titolo. Il distaccamento di Palagonia consegnato a novembre, viene piantonato da due unità H24 sottratte dal dispositivo di soccorso ( l'apertura, se non arriva l'organico, potrebbe protrarsi per anni) aggravando di fatto le abnormi carenze, la richiesta effettuata, più volte di ricorrere allo straordinario, è stata snobbata, oltre ciò non è stato mai pubblicato lo straordinario effettuato da tutto il personale online, l'indifferenza a tale richiesta, ci lascia allibiti e sospettosi. La formazione è carente, anche i corsi base non vengono effettuati e, sono obbligatori per tutto il personale vengono da anni tralasciati con la scusante che si è in pochi e non si possono estrapolare dal soccorso tecnico urgente, ed hanno creato un danno economico professionale ai lavoratori, per i passaggi di qualifica, per l'accesso a corsi di specializzazione USAR ecc... altresì, ogni corso ha un punteggio, e negli anni si è creato un dislivello allarmante. Caserme di nuova fattura, sono diventate cimiteri di mezzi dismessi e materiale di ogni genere, era stato richiesto lo smaltimento, ma nulla è stato fatto. Delle denunce fatte, quelle attualmente accolte, sono state: l'aumento del corso di autista secondo grado, da 8 a 12 discenti e qualche lavoretto al distaccamento Sud di Catania ( sede al centro di tantissime vertenze sindacali). L'amministrazione locale, con il lassismo dimostrato ed in stretta collaborazione con i complici del sistema " lo si dimostra dalle mancate vertenze da parte di chi dovrebbe tutelare la categoria" ha di fatto creato una falla quasi irrimediabilmente. I vigili del fuoco, sono un servizio pubblico essenziale. Attraverso le assunzioni della componente precaria ed idonei al concorso pubblico 250 posti, potrebbero essere colmate le lacune, come ad esempio il sottodimensionamento del nucleo sommozzatori di Catania.

La formazione è improcrastinabile per un comando metropolitano come Catania, ex nucleo SOT "sezione operativa terremoti"  la peculiarità di territorio e l'alto rischio sismico, idrogeologico e vulcanico, non può essere non preso in considerazione. Come da prassi, ad ogni convenzione effettuata, i vigili del fuoco, sono costretti ad aspettare gli emolumenti, solo attraverso denunce e solleciti, ogni qualvolta qualcosa si muove.....il CAS, è già in arretrato di ben il 60% della somma spettante, le boschive 2020, ancora non sono State elargite, ed intanto, noi non ci sottraiamo mai al nostro compito, vogliamo risposte immediate.

La scrivente informa, chi di competenza in indirizzo sulle modalità/articolazioni di adesione per tale giornata, salvo le limitazioni previste anche per l'emergenza covid-19, delle componenti operative e amministrative del CNVVF (porti, aeroporti, comando ed uffici formazione).

 

La modalità dello sciopero sarà:

  • personale turnista (4 ore, senza decurtazione) dalle ore 09.00 alle ore 13.00;
  • personale giornaliero o amministrativo (tutta la giornata).  

 

Il Coordinatore provinciale USB  vigili del fuoco Catania

Carmelo BARBAGALLO

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati