CHIUSO DISTACCAMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO… VIGILI USATI PER IL TRASPORTO DI EXTRACOMUNITARI

CONTINUA DA PARTE DELL’AMMINISTRAZIONE L’USO IMPROPRIO DELLA FIGURA DEL VIGILE DEL FUOCO

Nazionale -

Lavoratori,

è inaudito l’uso improprio che fa l’amministrazione ai danni dei lavoratori dei vigili del fuoco con la conseguente “irresponsabile” chiusura di una sede VF… lasciando, di fatto, sguarnita tutta una zona del pordenonese.

È il 13 maggio, alle ore 10.00 circa quando arriva un ordine tassativo al distaccamento di Spilimbergo  (Pordenone): “chiudete tutto e venite in centrale”. Da li a poco inizia il viaggio di questi professionisti del soccorso che invece di essere usati per salvaguardare il territorio vengono utilizzati per il trasporto di extracomunitari.

I lavoratori di punto in bianco si sono visti spedire con un bus da Pordenone a Verona dove hanno caricato degli extracomunitari con l’ordine di trasferirli al centro di Piancavallo (nota zona turistica, attrezzata per l’accoglienza) che dista dal distaccamento di Splimbergo 25 km.

Quindi l’agghiacciante resoconto della giornata è: chiusura (per circa 9 ore) di una sede VF, personale esodato per fare un servizio “inutile” a circa 3 ore di macchina da Pordenone (la partenza è avvenuta dalla sede centrale), trasporto che è avvenuto nella totale dimenticanza sia in termini di “sicurezza del lavoro” (DL81) sia di sicurezza dei passeggeri e dei trasportatori.

Da li la giusta denuncia delle OO.SS. provinciali che hanno, in tutela della categoria, denunciato il tutto chiedendo rispetto per il mandato del CNVVF che è legato alla salvaguardia del territorio e non a compiere azioni che nulla hanno a che fare con il nostro “mestiere”.

La USB ha scritto al ministro per renderlo consapevole di che tipo di abusi i lavoratori del CNVVF sono costretti a subire.  

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni