BUGIA DOPO BUGIA...

Nazionale -

 

Cari pompieri,

da un nuovo video del Conapo del giorno 26 c.m. apprendiamo che il sindacato autonomo ha ritenuto di non accettare l’invito di USB, che come ricorderete aveva lo scopo di giungere in tempi brevissimi a un confronto sulla proposta del cartello sindacale USB-CISL-UIL, al fine di dimostrare che con detta proposta si sarebbero potuti ottenere incrementi maggiori e più equilibrati, rispetto a quelli proposti dall’amministrazione, per la gran parte del personale.

Inoltre, nel video in questione, si invitano tutte le OO.SS. a un fronte comune finalizzato  a convergere sulle loro proposte emendative, definendo le stesse l’unica possibilità per i vigili del fuoco.

Rispetto al PRIMO PUNTO, nostro malgrado, non possiamo fare altro che prenderne atto restando convinti, tuttavia, che i vigili del fuoco avrebbero apprezzato e condiviso un sereno confronto che, ne siamo certi, avrebbe dipanato molti dubbi.

Rispetto al SECONDO PUNTO, ovvero la richiesta di convergere sui loro emendamenti tenteremo, e non ce ne vogliano i Sig.ri del Conapo, di spiegarvi le VERE ragioni dei loro reiterati inviti a supportare i loro emendamenti.

Per fornirvi un quadro completo, tuttavia, è necessario riavvolgere il nastro al giorno 30 giugno 2020, giorno in cui il Conapo inviava una nota a tutte le OO.SS. del Corpo, invitandole a convergere su alcune loro proposte; una delle quali era quella di armonizzare, con 175€, le indennità per il lavoro notturno, festivo e speciali festività

Al riguardo vi riportiamo la frase testuale scritta nel documento… “difatti la allegata proposta del Conapo prevede …anche… un + 175€ al MESE da aggiungere alla tabella dell’amministrazione per TUTTO il personale impiegato in servizi di turnazione”; TRADOTTO: cari colleghi giovani, sappiamo che i vostri incrementi di 13€ e di 44€ sono ridicoli però non possiamo dirlo ufficialmente in quanto sconfesseremo la nostra logica dell’equiparazione che li ha prodotti ma, tranquilli, oltre ai 13€ negli istituti fissi, avrete anche 175€ negli accessori e quindi, tutto sommato, potete essere felici e contenti.

Però, cari colleghi, il Conapo sa benissimo che con le risorse a disposizione non sarà possibile, (neanche recuperando i circa 8 mln dello straordinario) concedere i 175€ al personale inserito nel dispositivo di soccorso e sa anche che l‘ammissibilità degli emendamenti non significa che gli stessi passeranno in sede di votazione, tanto più che proprio  l’amministrazione, nell’appunto all’art. 20 del decreto n° 76 del 2020, nonché nel quadro di sintesi,  ha addirittura SVINCOLATO tali risorse dalla contrattazione.

E quindi cosa potrebbe succedere?

Beh, potrebbe accadere che per i vigili giovani, dopo la fregatura die 13€, potrebbe purtroppo arrivare anche il CETRIOLO di importi risibili sugli accessori; ovviamente il cetriolo degli accessori riguarderebbe tutti i vigili del fuoco ma, capirete bene, che mentre per il personale anziano la fregatura sarà in parte mitigata dagli incrementi negli istituti fissi, per il personale giovane sarà una completa e totale Waterloo!!

Consapevole di tale cosa, e allo scopo di arginare i malumori interni che ne deriverebbero, il Conapo si gioca la carta degli emendamenti e della richiesta alle altre OO.SS.

Detta in altri termini, quando i vigili giovani manifesteranno le loro legittime proteste per aver ricevuto incrementi retributivi non soddisfacenti (sia negli istituti fissi, che negli accessori) il Conapo, per giustificare la logica dell’equiparazione che ha determinato detti incrementi, dirà loro che la colpa è tutta delle altre OO.SS. che non hanno sostenuto i loro emendamenti, tra i quali quello che mirava a recuperare gli 8mln dello straordinario.

La verità è che l’amministrazione ha potuto decidere in maniera UNILATERALE di mettere circa 8 mln nell’istituto dello straordinario in quanto avendoci negato la contrattazione (mai richiesta dal conapo) ha avuto le mani libere per farlo.

Noi conveniamo con il Conapo quando afferma che è sbagliato sottrarre 8 mln dalle tasche dei lavoratori ma questa criticità nella ripartizione dei 165 mln, come molte altre, debbono essere ascritte alla mancanza di un percorso negoziale, peraltro previsto ai sensi delle normative vigenti.

A tale riguardo vi informiamo che ci sono altri emendamenti che sono stati dichiarati ammissibili e, tra questi, taluni che mirano a ricondurre la ripartizione dei 165 mln all’interno di quanto previsto dagli Art. 34 e 80 del D.L.vo. n° 217 del 2005, OVVERO LA CONTRATTAZIONE CON LE OO.SS.

Quindi,

tanto premesso, con la presente vi informiamo che come USB abbiamo inviato formale richiesta al Conapo affinché converga sugli emendamenti che porterebbero la contrattazione della ripartizione delle risorse del citato Art. 20, ovvero i 165 mln.

Con la contrattazione, oltre a risolvere automaticamente la questione degli 8 mln dello straordinario e moltissime altre iniquità della proposta dell’amministrazione, sarà oltre tutto possibile verificare nel merito e durante la trattativa se la proposta del cartello sarà in grado di garantire a gran parte dei vigili del fuoco incrementi retributivi maggiori e più equi, senza dimenticare nessuno.

SIAMO CERTI CHE IL CONAPO, PER IL BENE DEI VIGILI DEL FUOCO, NON AVRÀ DIFFICOLTÀ ALCUNA A FARCI PERVENIRE IN VIA UFFICIALE LA SUA FORMALE ADESIONE A TALE PROPOSTA, CON LE SUE RELATIVE ISTANZE AI PARTITI DI MAGGIORANZA E, ANCHE PER TALE RAGIONE, ANTICIPATAMENTE LO RINGRAZIAMO.

 

per il Coordinamento Nazionale USB VVF

Costantino Saporito

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati