BCC (BANCA CENTRALE CUNEESE)

Cuneo -

Lavoratori,

Anni fa in un celebre film, Benigni faceva dire ad uno dei suoi attori che tra le “piaghe” di una nota città della Sicilia, afflitta da gravi ed enormi problemi,vi era “itcciafffico”.

Invece sul set del Comando VVF della provincia Granda, per il locale dirigente la “piaga” è la banca delle ore del personale!

Si avete letto bene, le ore di recupero accumulate dal personale, non la carenza di personale operativo ed amministrativo, mezzi, risorse economiche ed un Dipartimento che abbandona i propri digerenti, NO; le ore di recupero del personale! Ma guarda un po….

Con un OdG di qualche giorno fa, sensibile alle ristrettezze del superiore Dipartimento, decide di applicare in proprio i tagli alle spese nella pubblica amministrazione e pensa che ti ripensa TROVA LA SOLUZIONE PER RIPIANARE I CONTI del Comado: emana l’OdG 309 nel quale, riporta i quattro commi dell’articolo 19 del CCNL, in cui viene istituita la Banca delle Ore, un istituto () che cercava di trovare una sintesi tra le esigenze dell’amministrazione sempre più a corto di risorse economiche e le necessità del personale di non perdere in alcun modo le ore prestate al di fuori del proprio orario di lavoro; ma lo spirito con cui nasceva non era quello proprio della banca???: accumulo lì delle ore e se l’amministrazione non me le può pagare allora le utilizzerò come riposi compensativi.

Invece no, lo zelante dirigente di Cuneo, probabilmente, con la necessità di acquisire benemerenze nei confronti dei vertici del Dipartimento, decide di applicare ottusamente il terzo comma, dove si stabilisce che i riposi compensativi andranno usufruiti entro l’anno successivo a quello in cui sono stati maturati, senza per altro rendersi conto di cosa ciò comporterebbe per la vita di un Comando VVF e come in un’equazione matematica, del resto il nostro è un ingegnere, la soluzione non può che essere una: l’azzeramento delle ore maturate negli anni precedenti.

Facciamo veramente fatica a capire da cosa sia nata la necessità di andarsi ad occupare di questa problematica, senza mai essersi occupato di come la banca delle ore andasse organizzata, come stabilito, viceversa, dal quarto comma.

Ma questa ormai è storia, ed essendo la nostra una O.S. che ritiene che le norme vadano rispettate ed attuate, ci permettiamo di rivolgere al personale del Comando di Cuneo un doppio invito:

·         evitate di rendervi disponibili per qualsivoglia attività al di fuori dell’orario di lavoro, per la quale non sia espressamente previsto il pagamento;

·         recatevi presso l’ufficio preposto e programmate i riposi compensativi maturati presenti all’interno della banca delle ore e nel qual caso vi fosse rifiutato tale diritto, fatevi motivare per iscritto tale decisione e chiedete chiarimenti al vostro dirigente.

Quindi amici del comando di Cuneo, resistete ancora pochi mesi, per voi il 2014 sarà un anno fantastico, risolto il problema della banca delle ore tutto il resto andrà a posto da se.

Noi della USB VVF il 18 ottobre scioperiamo e manifestiamo a Roma anche contro queste cose.

UNISCITI A USB VVF, ISCRIVITI E PARTECIPA ALLE INIZIATIVE A PARTIRE DAL 18 OTTOBRE

                                                      

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni