Assunzioni nei Vigili del Fuoco

I precari nel comparto pubblicistico non esistono e i discontinui .... che fine fanno ??

 

Firenze -

Vediamo la circolare (in allegato) del Ministero del precedente Governo: 5. Le categorie escluse (dalla stabilizzazione del precariato) Le tipologie di lavoro considerate dal legislatore ai fini della stabilizzazione consentono anche di individuare le categorie di lavoratori a cui può applicarsi la relativa disciplina. In particolare il rapporto di lavoro a tempo determinato, riconducibile alla normativa di cui al d.lgs 6 settembre 2001, n. 368 esclude l’applicabilità della stabilizzazione, salvo diversa esplicita previsione del legislatore, alla sfera di dipendenti rimasti in regime di diritto pubblico, ai sensi dell’art 3 del d. lgs 165/2001.(siamo anche noi VVF) A questa parte della pubblica amministrazione, rimasta assoggettata ai rispettivi ordinamenti, infatti, non è applicabile il regime normativo previsto per il settore privato e quindi neppure il contratto di lavoro subordinato a tempo determinato. Occorre sottolineare che il carattere speciale della predetta normativa non consente un’interpretazione estensiva della stessa ed anzi, dati i riflessi che determina sui principi generali che regolano l’organizzazione delle amministrazioni pubbliche, è auspicabile contenerne la portata attraverso un’interpretazione il più possibile rigorosa. Non sono, pertanto, applicabili le disposizioni in parola a rapporti di lavoro di diritto pubblico anche se a tempo determinato quanto questi ultimi trovano la loro disciplina in disposizioni speciali inserite il più delle volte in un sistema complesso di reclutamento ordinario strutturato per rispondere ad esigenze organizzative, di tipo gestionale e funzionale, nonché a percorsi razionali di sviluppo di carriera Si richiamano al riguardo le speciali disposizioni di riserva e di reclutamento previste per il personale facente parte delle Forze armate. Nell’ambito delle eccezioni previste dal legislatore per il personale in regime di diritto pubblico si ricordano, tuttavia, le disposizioni sulla stabilizzazione contenute nell’art. 1, comma 519, della legge 296/2006 che riguardano il personale di cui all'articolo 23, comma 1, del decreto legislativo 8 maggio 2001, n. 215, e il personale volontario del Corpo nazionale dei vigili del fuoco. Trattasi di norme speciali non suscettibili di interpretazione estensiva rispetto alle quali la natura non vincolante sottesa alla ratio della stabilizzazione trova uno spessore maggiore atteso che il rigido regime di diritto pubblico rende ancora più prioritaria l’esigenza di scelte gestionali finalizzate al perseguimento dell’interesse pubblico escludendo ancor più la configurabilità di un diritto soggettivo alla stabilizzazione da parte dei possibili destinatari.

 

Questa è la ratio della circolare:

 

i precari non esistono, per definizione, nel comparto pubblicistico e se ci sono non sono tali, quindi il fatto che procederanno a qualche assunzione deve ritenersi eccezionale e non ripetibile.

 

I nonprecariperdefinizione non hanno diritto soggettivo alcuno alla assunzione, questo ovviamente nell' interesse pubblico generale, scusate se è poco.

 

E i Discontinui?? Quelli che che hanno dato anni di vita inseguendo un sogno cosa devono dire: sedotti ed abbandonati da un Corpo Nazionale sempre meno padre e sempre più padrone.

 

Coloro che ruotano attorno a questo povero Corpo sciolto Nazionale con l' illusione di potervi un giorno fare parte, sarà opportuno che impieghino meglio il loro tempo cercando un datore di lavoro più serio, che non gli illuda solamente, ma gli offra un futuro certo.

 

Parimenti ragazzi, non crediate alle sirene di quel sindacato che Vi chiede i soldi per farvi  iscrivere (è in calo di rappresentatività ??) promettendo interessamento e vie preferenziali di assunzione, per poi promuove invece il volontariato come panacea per il Corpo Nazionale. Al proposito sono interessanti i documenti del coordinamento Toscano, fatti propri dal Nazionale, dove, parimenti a quanto sostenuto nella circolare, si afferma che il precariato nei Pompieri non esiste.

 

Discontinui, prendete coscienza che vi vogliono solo sfruttare, ribellatevi ai vostri aguzzini.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni