Assemblea con i lavoratori - Distaccamento di S. Benedetto

San Benedetto del Tronto -

Al distaccamento di S. Benedetto del Comandante di Ascoli Piceno, si è tenuta l’assemblea con i lavoratori .

Al Primo punto, ci siamo occupati della pulizia della sede di S. Benedetto. Tutti i Colleghi (anche quelli assenti ma sentiti in altre occasioni) hanno lamentato che la pulizia è insufficiente. Come sindacato, abbiamo riferito che non siamo riusciti a far ragionamento di ciò con il Comando; i funzionari che abbiamo occasione di sentire, intendono che l’operaia della ditta rende poco durante le ore di presenza …. Ciò lo contrastiamo, il problema è che fino a 11 mesi fa, aveva 3 ore al giorno per pulire, ora con il nuovo contratto, ha soltanto 1,5 ore ! E’ questo il fatto che nessuno vuol vedere ma che poi , alla fine, fa la differenza; e che differenza! Ci aspettiamo che il comando dia una risposta SU QUESTO PUNTO , non se l’operaia si impegna o è scansafatiche.

Abbiamo poi parlato delle maschere degli autoprotettori. Dato che avevamo già accennato al Comando questa usanza di mettere nelle buste sigillate, e la maschera e l’erogatore senza che siano avvitati assieme, siamo stati anche in grado di riferire una risposta avuta per vie brevi. Pare che i nostri colleghi del laboratorio maschere (del nostro laboratorio … che in altri comandi non lo fanno), facciano così per obbedire alla regola che il Vigile del Fuoco, appena indossata la maschera, DEBBA FARE UNA PROVA DI TENUTA CON LA MANO per vedere se la maschera calza bene sul volto oppure trafila aria. Questo dice la regola !!! Chi fa il pompiere, sa benissimo come si lavora sopra l’APS e come ci si deve vestire per fare l’intervento. Noi, come sindacato, contatteremo il funzionario che si occupa dei DPI e cercheremo di farci spiegare se questa ulteriore prova che ci obbliga a fare la regola, sia veramente “salvavita” per il pompiere. Quanto al fatto che lo dica la regola …. Bhè, chi legge questo foglio è un italiano allo stesso modi di chi lo scrive; noi fino a 11 mesi fa avevamo una regola che ci obbligava a cucinare e ora non c’è più… 12 anni fa avevamo una regola che ci obbligava a portare stivali senza puntale in ferro e ora non c’è più ecc. ecc. .

Si è discusso del grande consumo di carta che si fa; pare che gli altri comandi, non usino stampare i rapportini di intervento come si fa ad Ascoli Piceno. Si stampano solo quei rapportini che hanno una certa valenza (quando c’è un reato, una denuncia, ecc. ecc.), tutti gli altri rimangono in gestione del programma ministeriale che fa anche da archivio. Abbiamo stimato che con questo criterio, si potrebbero stampare solo 2 rapporti su 5 ; informeremo il Comando di questo, di quanta carta e toner e stampante si possano risparmiare e chiederemo altresì se è disposto a prendere in esame l’idea di emanare una disposizione proprio in tal senso.

Sempre per le vie brevi, abbiamo appreso dal Comando che si sta provvedendo ad aggiornare le notizie contenute nel programma GAC; di questo abbiamo riferito quindi all’assemblea.

Infine si parlato della disposizione del comando di voler acquistare indumenti antifreddo per gli "specialisti" SAF. L’idea è buona e senz’altro lodevole; sia noi del sindacato che i colleghi ci aspettiamo che tali indumenti non vengano presi con dei colori decisamente lontani dalla nostra divisa ufficiale. Quando si vede un Carabiniere o altri operatori, qualsiasi lavoro facciano, qualunque mansione svolgono indossano sempre capi che testimoniano CHIARAMENTE a quale corpo (o organizzazione) appartengono. Anche i recenti fatti dell’Aquila, hanno mostrato che andare vestiti tutti allo stesso modo, è raccomandato dai vertici del corpo oltre che … è anche bello !

Tra le varie ed eventuali, si è espresso il desiderio che qualcuno vigili sulla frequenza con cui vengono effettuate le pulizie straordinarie nella sala mensa .

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni