Art.14 CCI passaggio di qualifica: hanno fatto l'accordo

L'amministrazione ritira la proposta sugli incarichi particolari e ammette l'inapplicabilità del sistema di selezione

 

 

 

Roma -

Lavoratori,

in data 4 giugno 2003 Amministrazione, Cisl, Uil e CSA hanno raggiunto un ulteriore accordo di modifica del contratto integrativo, in particolare sulla parte relativa al sistema di selezione per i passaggi di qualifica.

L'Amministrazione ha deciso di ritirare la sua proposta di individuazione degli incarichi di particolare impegno, professionalità e responsabilità, ritenendo di applicare per tutto il personale che parteciperà alle selezioni, lo stesso punteggio pari a 1,50.

Con questa decisione i firmatari del contratto integrativo, ad esclusione della Cgil, hanno dichiarato l'impossibilità di procedere all'individuazione degli incarichi di particolare impegno, smentendo così quanto scritto sul contratto stesso.

La RdB ha chiesto lo stralcio e la riformulazione degli attuali criteri di selezione per i passaggi verticali e orizzontali, in quanto prevedono tempi lunghissimi di valutazione, creano discriminazioni tra i lavoratori e, come più volte dimostrato, penalizzano coloro che sono impegnati maggiormente nelle attività di soccorso.

L'Amministrazione incapace di rispondere alle contraddizione evidenziate in sede di trattativa ha preferito chiudere l'accordo con Cisl, Uil e CSA che, sempre di più, rappresentano delle solide stampelle ad un traballante e fallimentare contratto integrativo.

E dire che fino a qualche mese fa, ad esclusione della RdB, tutti sostenevano la bontà di questo contratto poiché avrebbe portato un sostanziale miglioramento economico e una maggiore prospettiva di avanzamento del proprio profilo.

In allegato il testo definitivo dell'accordo

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni