APS EUROCRASH

Altri cedimenti delle APS EUROCRASH ooops! scusate... eurocity

 

Milano -

La RdB, unica os che si è fatta carico di denunciare le anomalie dei cosiddetti mezzi “speciali” (che di speciale sembra abbiano solo la frequenza e la gravità dei propri cedimenti strutturali), ed ultimo baluardo nella battaglia per la sicurezza dei Lavoratori, continua anche la sua opera di informazione.

L’ultimo caso di rottura dei supporti, riguarda ancora un’APS E.C., in servizio al distaccamento volontario di INVERUNO e questa volta con una percorrenza di soli 20.000 (ventimila) km, quindi ben al di sotto della soglia kilometrica di pericolo, fino ad ora riscontrata.

L’opera pressante della RdB, ha costretto l’amministrazione centrale ad inviare una nota a tutti i comandi (n°4180/4501del 31/11/2002), in cui è stato disposto il controllo di tutti i mezzi interessati ai crash strutturali.

Naturalmente non ci accontenteremo di questa blanda disposizione, che non risolve in modo “preventivo” il problema e percorreremo tutte le vie necessarie per raggiungere l’obiettivo “sicurezza 100%”, affinchè i mezzi siano richiamati “prima” dell’avvenuto cedimento strutturale.

A livello nazionale La RdB sta intervenendo presso dei gruppi parlamentari per far emergere questo delicato problema e conoscere i motivi per cui l’Ispett. Centrale Macchinario e Materiali, pur avendo ricevuto il “SERVICE INFORMATION” dall’IVECO MS da diverso tempo, non ha mai diramato note informative ai comandi.

A livello provinciale, abbiamo interessato il Prefetto delle anomalie in questione e quanto prima verificheremo il suo formale intervento in merito alla questione.

Nel frattempo invitiamo tutto il personale operativo VVF a controllare i supporti di sostegno dei cassoni delle APS EUROCITY e EUROFIRE per le verifiche del caso.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni