Ancora clientelismo

Hanno fatto l'accordo! Ripristinano la commissione casi particolari. Anche se adesso lo chiamano "tavolo tecnico"

 

 

Roma -

Lavoratori,

in data odierna l’amministrazione con il beneplacito del Ministro Bianco, che si conferma anche in questo caso incompetente sulle questioni del Corpo Nazionale dei vigili del fuoco, ci ha fatto pervenire lo schema di accordo per la mobilità del personale in deroga agli ordinari criteri.

In pratica tale accordo, ancora da stipulare per indisponibilità del sottosegretario, stabilisce che: in attesa del nuovo contratto integrativo e della definizione di eventuali nuovi criteri di mobilità del personale, possono essere disposti trasferimenti anche in deroga agli ordinari criteri, per particolari, gravissime eccezionali situazioni in cui si trova il dipendente o i suoi familiari. Inoltre è previsto che le domande di trasferimento verranno prima esaminate dai competenti uffici, dopo di che quelle ritenute valide verranno sottoposte, trimestralmente, ad un apposito "tavolo tecnico" (presieduto dal Direttore centrale del personale e composto da dirigenti dell’amministrazione e dalle organizzazioni sindacali) che esprime le proprie motivate valutazioni sulla gravità dei casi e sulla necessità dell’eventuale trasferimento.

Come avevamo già previsto nel comunicato n.9 del 17 marzo, si riesuma la vecchia commissione casi particolari che è stata negli anni passati oggetto di gravi forme discriminatorie e fonte di clientelismo. Fra l’altro ci sono norme ben precise come la legge 104/92 che stabiliscono chi ha diritto a beneficiare al trasferimento senza bisogno di tavoli tecnici. La realtà e un’altra e facilmente intuibile, ed è legata mani e piedi alla situazione creatasi con i passaggi di qualifica, e non risolverà niente, anzi aggraverà ulteriormente il caos nei trasferimenti.

La RdB non è intenzionata a firmare l’accordo, che trova già l’assenso di cgil cisl uil e csa, non sarà complice di questa tresca, ma se passa, sarà presente al "tavolo tecnico" con un proprio rappresentante solo ed esclusivamente per impedire e rendere manifesti gli eventuali atti clientelari come già verificatesi nella vecchia commissione. Non è con il clientelismo che si risolve l’annosa questione della mobilità, problematica che Bianco caparbiamente si rifiuta di affrontare e discutere con la RdB, per questo ed altri motivi come avevamo anticipato la lotta continua. Al congresso di federazione che si tiene a metà maggio i delegati di settore dei vigili del fuoco decideranno ulteriori iniziative nei confronti del Ministro inadempiente.

Contro il clientelismo per il rispetto dei tuoi diritti

LOTTA CON LA RdB

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni