Viminale: i vvf scuotono il palazzo

La riuscita manifestazione indetta da tutto il sindacalismo di base è stata accompagnata dall’iniziativa intrapresa dai vigili del fuoco che h

Roma -

La scelta di indire il presidio di fronte al Viminale deriva dalla scarsa attenzione del Ministro Scajola, che da oltre 9 mesi dalla sua nomina, non ha incontrato ancora le organizzazioni sindacali di categoria.

L’eclatante azione di protesta sotto le finestre del Ministro ha avuto eco all’interno del palazzo, infatti, nell’incontro tenutosi alla fine della manifestazione la delegazione della RdB è stata ricevuta ottenendo un preciso impegno dalla segreteria del Ministro e dall’Ispettore Generale Capo, di giungere nel più breve tempo possibile all’incontro da noi richiesto.

Ora si tratterà di verificare se dalle promesse seguiranno i fatti. Molte, troppe sono le cose che devono trovare una soluzione nel Corpo nazionale, e di cui il Ministro ci deve dare risposta.

Nel frattempo l’Amministrazione, dopo mesi di silenzio, ha convocato tutte le organizzazioni sindacali per riaprire i tavoli di trattativa.

Vogliamo inoltre segnalare che in data 7 marzo 2002, la RdB ha promosso un convegno presso la Sala del Cenacolo della Camera dei Deputati. L’iniziativa oltre a richiamare l’attenzione sul Corpo nazionale, vuole essere un momento di dibattito e confronto sul futuro dei vigili del fuoco, che interessi e coinvolga governo, amministrazione, parlamento e organizzazioni sindacali.

 

 

 

 

 

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni