Vigili del fuoco in svendita al discount

.

 

 

 

 

 

 

 

Roma -

Pensavamo che, ed abbiamo fatto molto male, dopo il cambio del governo precedente ci fosse anche un cambio di indirizzo, da parte dell’attuale compagine, nelle sue determinazioni per quanto riguarda il soccorso tecnico urgente nel paese.

Si pensava che, un nuovo sistema di protezione civile in un paese che si definisce una delle più grosse potenze mondiali, fosse al centro delle attività del governo alla luce degli avvenimenti nel mondo e nel nostro paese.

Invece il risultato è che, il corpo nazionale oltre al suo ormai atavico sotto organico dall’attuale manovra finanziaria si vede due volte penalizzato, una perché le risorse per mandare avanti la gestione ordinaria sono esaurite ed i comandi provinciali sono in rosso, in tema con la fiction televisiva, con fornitori che chiedono la risoluzione delle fatture non pagate.

L’altra perché in tema di organici eravamo carenti di 15.00 unità ora con questo governo”attento” alla salvaguardia ed incolumità dei cittadini, per il prossimo futuro ci fa sapere che potremo coprire il 20% del personale che va in pensione solo a partire dal 2008!

A ciò non vogliamo aggiungere che le risorse per i contratti di lavoro sono ferme all’accordo con cgil cisl e uil stimate sotto l’inflazione programmata, né tanto meno l’anticipo dello scippo delle nostre liquidazioni per arricchire palazzinari.

Ma la cosa ancora più stravolgente di questo governo è l’incompetenza in materia del sottosegretario con delega ai vigili del fuoco sig. Rosato, è da un anno ormai che lo vediamo girare a zonzo per tutti i comandi d’Italia ed ancora non abbiamo capito casa dice né cosa va a fare se non la scampagnata fuori le porte.

Ogni giorno ci stupisce con i suoi effetti speciali l’ultimo in ordine di tempo il decreto “ camorra per Napoli, senza assumere nemmeno un’unità VV.F. anche perché non ha voto, non rappresenta un elettorato in parlamento essendo un “tecnico” a cui questo governo per equilibri politici doveva dare un incarico e come ormai sovente succede, l’unico posto disponibile è il corpo nazionale dei VV.F: si è inventato la TRANSUMANZA, di ventennale memoria, smembrando i comandi di tutta Italia a favore di Napoli.

Stessa cosa ha prospettato nella sua gita fuori le porte in Calabria per il decreto Lamezia terme, domani sicuramente ci sarà un problema in Sicilia, nella piana di Gioia Tauro… di ordine pubblico e lui dall’alto della sua insipienza spoglia un comando e ne veste un altro.

E pensare che, il precedente sottosegretario della lega nord, era stato giudicato uno dei pessimi politici avuti negli ultimi anni, dobbiamo ricrederci, l’attuale ha superato tutti per le spese personali delle sue gite, e per l’inconsistenza dimostrata riguardo i problemi del soccorso tecnico urgente e di protezione civile nel paese.

Anzi come amministratori di una sinistra che gioca drammaticamente con lo stesso mazzo di carte su più tavoli, che si doveva dimostrare un po’ più sociale, ha con i fatti solo accentuato la militarizzazione del corpo nazionale ed ora, anche su richiesta dei loro sindacati “amici” ci impone la partecipazione nei blitz antimafia!

Ieri lo sciopero generale, ora i lavoratori aspettano le prossime mosse del “tecnico” sottosegretario per attenderlo e prospettargli molto da vicino quali siano le vere esigenze del corpo nazionale V.V.F. e fargli comprendere che non sono sottomarche di nessun discount.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni