VIGILI DEL FUOCO IN AZIONE A CAIOLO, BORMIO E BERBENNO

INCIDENTI STRADALI ED INCENDI MA I VIGILI SONO IN RITARDO

Nazionale -

Lavoratori,

vogliamo raccontarvi una giornata “particolarmente impegnativa” per i vigili del fuoco della provincia di Sondrio. Pochi minuti dopo le 7.00 un tremendo schianto ha coinvolto un furgone, un pullman (fortunatamente senza passeggeri) ed alcune autovetture sulla strada provinciale delle Orobie, a Caiolo, all’altezza dell’eliporto. Il conducente del furgone, in fase di sorpasso e molto probabilmente accecato dal sole, non ha visto un pullman dando vita ad un incidente. Nella successiva carambola è stato nuovamente travolto da una delle altre autovetture che sopraggiungevano. I vigili del fuoco, allertati alle 7.44 sono accorsi sul posto con 2 squadre, con un’autopompa e l’autogru per la rimozione dei mezzi coinvolti; al loro arrivo il tratto di strada (scenario dell’incidente) era già completamente transennato dagli altri Enti di soccorso presenti in posto.

Il conducente del furgone era ferito molto gravemente ma non incastrato tra le lamiere e quindi non sono state necessarie particolari operazioni per recuperarlo. Sono state disincagliate tra di loro le autovetture incastrate ed alle ore 11,15 le squadre sono rientrate in sede.

Ma non è finita qui: alle 13.15 circa (sempre della stessa giornata) un altro incidente si è verificato a Bormio: la squadra di Valdisotto, avvertita dalla Forestale, si è recata sul posto, all’uscita del centro abitato in direzione Valfurva, dove un’autovettura per cause imprecisate era uscita di strada. Fortunatamente tutto si è risolto apparentemente per il meglio.

Più o meno in contemporanea un incendio di sterpaglie si è sviluppato a Pedemonte di Berbenno ma è stato prontamente domato da un’altra squadra di vigili del fuoco di Sondrio... questa è la cronaca...!!!

…nella la realtà della provincia di Sondrio ormai da tempo, ma in particolar modo negli ultimi anni, si viene sempre meno chiamati “o chiamati” in gran ritardo per incidenti stradali, incidenti sul lavoro, ricerche persona, interventi in ambito montano, basti pensare che da un indagine fatta dal nostro responsabile SAF nel arco di due mesi il Soccorso Alpino allertato dal 118 ha avuto una media di quasi un intervento al giorno mentre i vigili del fuoco nello stesso periodo sono stati chiamati pochissimo (4/5 volte al massimo).

Si ha notizia di un incidente dove sono state coinvolte 18 auto... ma anche qui il nostro intervento non è stato richiesto. In altre circostanze di incidente dove il conducente del auto è morto (...bruciato...) la chiamata è stata tardiva, ecc. ecc… in definita i vigili del fuoco che arrivano sul posto sempre in “costante ritardo” si sono sentiti dire dai presenti “se stavano dormendo…” questa è di fatto l’impressione che si fa la popolazione di chi va e tenta di spiegare che veniamo chiamati in ritardo, magari, la spiegazione è data ai famigliari degli incidentati!!!

Ma cosa succede??? Coma mai la dirigenza locale non fa chiarezza sull’accaduto??? Perché il dirigente locale non difende i vigili del fuoco da questa nomea che non gli appartiene???

I VIGILI DEL FUOCO DI SONDRIO MERITANO RISPETTO PER IL LAVORO CHE SVOLGONO OGNI GIORNO... E LA DIRIGENZA HAL’OBBLIGO DI PRENDERE LE DIFESE E CHIARIRE I RAPPORTI CON GLI ALTRI ENTI PER LA GESTIONE DEL SOCCORSO TECNICO URGENTE

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni