Vigili del Fuoco: 28 giugno giornata nazionale di lotta

Una battaglia di civiltà per una protezione civile al servizio dei cittadini contro ogni progetto di militarizzazione

 

 

Roma -

In occasione dello sciopero generale del 28 giugno indetto dalla RdB Pubblico Impiego e nel contesto delle iniziative promosse per la stessa data dalla Federazione nazionale RdB “Cento Piazze per i Diritti”, i Vigili del Fuoco promuovono una prima giornata di lotta contro il Governo che con un progetto autoritario intende trasformare la Protezione Civile assegnando ai soli Prefetti la competenza nell’attività di soccorso. Tale disegno compromette la pecularietà e l’identità del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e crea ancora più confusione e sovrapposizioni negli interventi di soccorso.

Per affermare questa volontà il Governo vuole inserire il Corpo nazionale insieme alle Forze di Polizia in quello che viene definito “comparto sicurezza”. Per realizzare questo disegno, che praticamente creerebbe un Ministero dell’Interno di “Polizia”, si vuole imporre ai lavoratori dei vigili del fuoco la riduzione dei diritti democratici conquistati con anni di lotte, questo comporterebbe la perdita del potere contrattuale e la militarizzazione del Corpo stesso.

Pertanto la RdB settore Vigili del Fuoco assieme alla RdB Pubblico impiego si APPELLA ALLA CITTADINANZA, nella raccolta di firme intese ad impedire la trasformazione del Corpo in una forza paramilitare a sostegno di una protezione civile dalla parte dei cittadini.

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni