USB VIGILI DEL FUOCO DA SEMPRE È CONTRARIA ALL'IMPIEGO DEI POMPIERI IN INTERVENTI DI ORDINE PUBBLICO

Brescia -

Lavoratori,

martedì 13 gennaio il Centro sociale Kag di Pisogne in provincia di Brescia è stato sgomberato dai carabinieri della Valle Camonica (70 unità), dal nucleo antisommossa dei carabinieri di Milano e dalla polizia locale. I carabinieri hanno chiesto l'intervento dei Vvf e il funzionario vf ha inviato la squadra di Darfo. Il capo squadra in posto, col quale abbiamo parlato, suo malgrado, ha eseguito un ordine ed ha tutelato innanzitutto la sicurezza degli operatori vf e delle persone presenti all'interno dello stabile e non ha agito in modo avventato. I Vf per ridurre i danni hanno preferito rompere una vetrata già lesionata anziché forzare la porta. 

Quello che noi contestiamo è lo spreco di risorse e sopratutto chiediamo: servivano i pompieri per sfondare a mazzate una vetrata? Come mai non c'era il funzionario di guardia in posto? Come mai il Comando di Brescia non ha ancora una procedura operativa per questi interventi?

Come è possibile tollerare l'impiego di 100 agenti oltre a polizia locale vigili del fuoco e un ambulanza solo per sgomberare 6 ragazzi che non hanno fatto alcuna resistenza? Questa è la Spending review? Tanta paura per un "pericoloso manipolo di ragazzi" che nei giorni scorsi ha organizzato eventi culturali ed ha accolto e dibattuto con gli amministratori locali riguardo alla necessità di quel luogo di aggregazione socio-culturale?????

Comunque ribadiamo: no all'impiego dei VF in operazioni di ordine pubblico!

Abbiamo pessimi ricordi a Brescia di uso improprio dei pompieri in interventi del genere: dallo sgombero del residence prealpino ai giorni della gru di piazzale Battisti.

Ricordiamo a tutti gli smemorati sempre disponibili a fare i "belli" con le terga degli altri che ci sono circolari prefettizie a ricordare che i pompieri intervengono in situazioni con problematiche di ordine pubblico solo dopo l'allontanamento di questi problemi e solo per i nostri compiti istituzionali, che sono la salvaguardia di persone animali e cose.

 

Comunque suggeriamo ai colleghi (e chiederemo formalmente al Comando) che tali ordini vengano dati per iscritto (affinché ciascuno si prenda le proprie responsabilità!) e che ci sia sempre il funzionario di guardia in posto, perché è lui a dover ordinare l'operato della squadra, e questo non deve essere ordinato da polizia o carabinieri (che non sanno certo valutare la sicurezza del nostro operare). Ricordiamo a tutti che dove intervengo i vigili del fuoco siamo noi i responsabili della sicurezza dello scenario. Si denota un incompatibilità delle valutazioni di sicurezza dello scenario tra forze dell'ordine e Vvf.

 

circolare EM 785/3403 del 4/3/98 In occasione che ne lascino presagire l’impiego , i responsabili provinciali del Corpo saranno contattati, se del caso anche in seno ai comitati Provinciali per l’ordine e la sicurezza pubblica allo scopo di pianificare l’eventuale intervento VVF in relazione alle esigenze ed alla tipologia dei luoghi interessati, sempre nell’ambito delle proprie competenze istituzionali (vedi D.lgs 8/3/06 n° 139 art 24 : Il Corpo nazionale, al fine di salvaguardare l'incolumità delle persone e l'integrità dei beni, assicura gli interventi tecnici caratterizzati dal requisito dell'immediatezza della prestazione, per i quali siano richieste professionalità tecniche anche ad alto contenuto specialistico) … si raccomanda infine che qualora particolari situazioni di ordine pubblico rendano necessario l’utilizzo di personale dei vigili del fuoco , gli equipaggi ed i mezzi del corpo in argomento siano mantenuti in posizione arretrata rispetto ai luoghi interessati a turbative, con adeguata protezione delle forze dell’ordine in caso di impiego.


Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati