UNA SOFFERENZA LUNGA "MILLE MIGLIA"!...

Milano -

Con nota informativa n°0018789 del 19/04/2010 il Comandante di Milano ci ha informato che è diventata ufficiale la partecipazione della nostra Isotta Fraschini alla gara automobilistica d’epoca “Mille Miglia” che partirà da Brescia, città dove il nostro Capo Dipartimento Tronca, ha precedentemente svolto le funzioni di Prefetto. 

Confermato quindi l’interesse e l’avallo per questa iniziativa del massimo esponente del CNVVF, a nostro giudizio di propaganda, inversamente proporzionale alla sordina sulle problematiche che affliggono i comandi, sia in termini di organici che di attrezzature. 

Ricordiamo che lo stesso massimo responsabile del CNVVF, ha autorizzato manifestazioni dai costi rilevanti, riservando al soccorso le solite briciole; una per tutte attrezzature e automezzi obsoleti delle Colonne Mobili Regionali.

infatti, solo lo scorso anno le stesse erano impegnate in calamità nazionali (la maggiore delle quali il sisma in Abruzzo), e si è sopperito alle note carenze col solito impegno del personale operativo, consentendo quindi la consueta passerella di illustri personaggi spesso indossando il nostro elmo.

Di fatto le CMR non hanno ricevuto alcun finanziamento teso ad un loro rinnovamento anzi, a Milano l’ex titolare (detto anche il Cassiere) del capitolato automezzi Ing. Borghese, nonostante abbia gestito in 2 anni ben 4.000.000 di euro, si è speso ben poco per le necessità del soccorso e, assecondando il volere del Capo Dipartimento e, perché no, confidando magari in migliori prospettive di carriera… ha invece dimostrato dinamicità nel ripristinare un’auto del 1929, il cui costo ufficialmente è stato di “soli 25.000 euro” (sic!!!),  

Attualmente non conosciamo il programma della manifestazione sportiva, ma il Comandante ha dichiarato che per l’amministrazione tutto sarà a costo ZERO !?!

Sarà… ma anche se nel frattempo il personaggio è stato fortunatamente allontanato dal settore automezzi, ma avendo a suo tempo piena delega, stanno emergendo altre novità rispetto a spese incontrollate ed un utilizzo improprio di un capitolo di spesa.

Ad esempio, l’installazione di porte automatiche presso la nuova rimessa auto d’epoca (ex falegnameria), che per altro stride col sottoutilizzo dell’autofficina, anche perchè i fondi del capitolato vengono destinati ad un'unica officina esterna (a parte BAI Mercedes e IMS).

Riteniamo che tali opere, se necessarie, avrebbe dovuto sostenerle la Proprietaria dell’immobile, cioè la Provincia, lasciando liberi i fondi per necessità contingenti delle sedi di servizio. 

E’ evidente che gli indirizzi centrali e il mancato controllo (nonostante la presenza di comandante e dirigente addetto), hanno comportato costi e disagi in particolare al settore operativo, solo per accondiscendere al Potere

Potere che dimentica anche che i pompieri sono senza contratto da oltre due anni, gli accessori e indennità non vengono retribuiti da dicembre ’09 e non fa sapere nulla dei passaggi di qualifica!

… ma l’importante è APPARIRE!  

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni