Tutto al Soccorso Alpino

L'RdB\CUB chiede una rettifica all'articolo apparso su obbiettivo sicurezza

Torino -

La preoccupazione della scrivente RdB\CUB del tentativo, da parte di qualcuno, all'interno del Dipartimento di svendere il soccorso tecnico urgente attuato dai Vigili del Fuoco in ambiente e cioè dai SAF si fà sempre piu concreto. Sulla rivista ufficiale del Dipartimento Vigili dl Fuoco di Novembre Dicembre pubblicata nel mese di Marzo è apparso un articolo a firma di un dirigente sindacale dal titolo "Chi coordina i soccorsi?"; il senso di amarezza prevale al senso di sconforto nel leggere che un funzionario del CNVVF individui (per quanto di competenza del soccorso in ambiente) nel CNASAS la controparte operativa. Il funzionario cita leggi e normative, ma è un dato di fatto per chi il territorio nazionale lo vive, che sono stati fatti passi da gigante per riappropriarci le competenze del soccorso tecnico urgente ad opera di professionisti anche in ambiente, che variegate associazioni di volontariato nel tempo hanno cercato di portarci via. Comprendiamo che zelanti Dirigenti del CNVVF vorrebbero veder impegnati i pompieri in compiti di ordine pubblico, nella repressione dei manifestanti utilizzando le APS come qualcuno voleva farci fare al G8 di Genova tirando acqua sui pacifisti a discapito di operazioni di spegnimento degli incendi e operare il soccorso tecnico in genere; ma in questi anni come dicevamo sul territorio abbiamo fatto delle conquiste, abbiamo intrapreso protocolli d'intesa, ma soprattutto abbiamo dimostrato grazie alla professionalità dei nostri operatori, dei ragazzi di "cortile" chiamati anche pompieri, che la nostra preparazione la nostra professionalità (quella del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco) è ben al disopra delle stesse aspettative degli stessi funzionari di questo Dipartimento, ma soprattutto una professionalità quella del Corpo ben valutata dalle istituzioni presenti sul territorio e da altri Dipartimenti. A discapito di quanto afferma da questo rampante funzionario ai Vigili del Fuoco sono state affidate operazioni di soccorso, il coordinamento di operazioni di soccorso tecnico se non il coordinamento di interventi in ambiente che l’ideologia divulgata sulla rivista ufficiale del Corpo vedrebbe affidate ad altri esterni al CNVVF. Non osiamo pensare se qualche capo squadra, che grazie a questa riforma, si trova a dover fare il facente funzioni di capo turno, senza l’adeguata preparazione e soprattutto il riconoscimento economico e giuridico per la gestione di piu squadre, leggesse ed interpretasse per oro colato quanto scritto sulla rivista del Corpo; altro che inviare i Vigili del Fuoco, chiamerebbe i volontari del soccorso alpino, bella conquista. Certi articoli di svendita pensavamo di leggerli sulla rivista del volontari del soccorso alpino e non sull’organo ufficiale dei Vigili del Fuoco. Attendiamo una rettifica o quantomeno un chiarimento da chi di soccorso se ne intende.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni