STATO DI AGITAZIONE REGIONALE USB VVF PUGLIA

Bari -

Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco
Vice Capo Dipartimento Vicario
ing. Gioacchino GIOMI

Al Responsabile dell'ufficio Garanzia dei Diritti Sindacali
dott.ssa Silvana LANZA BUCCERI


e p. c. Dipartimento dei Vigili del Fuoco del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile
Capo Dipartimento

Prefetto Bruno FRATTASI


Tramite:
Ufficio I - Gabinetto del Capo Dipartimento
Capo del Gabinetto del Capo Dipartimento
Viceprefetto Roberta LULLI


Alla Direzione Centrale per l’Emergenza e il Soccorso Pubblico

ing. Giuseppe ROMANO


 

Alla Direzione Regionale Puglia

ing. Salvatore SPANO’

Ai Sig.ri Comandanti Provinciali della Puglia



Oggetto: dichiarazione dello stato d’agitazione VV.F. PUGLIA – Richiesta del tavolo di conciliazione ai sensi della Legge 146/90 e/o Legge 83/2000 e successive modifiche.


Egregi,

ancora una volta, il Dirigente Regionale per la Puglia convoca le OO.SS. a pochi giorni dall’inizio della campagna boschiva, propinando una bozza di convenzione praticamente definitiva non modificabile.

Infatti le richieste di modifica, da più parti sollevate non hanno trovato alcun accoglimento.

i giochi erano fatti!

L’ing. Spano’ si è limitato ad illustrare le ulteriori incombenze dei Vigili del Fuoco nell’espletamento del servizio AIB per effetto delle funzioni e competenze del Corpo Forestale dello Stato, che sono state ripartite in particolare tra l’Arma dei Carabinieri e il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

La scrivente O.S. ha evidenziato, in analogia a quanto avvenuto lo scorso anno, l’esigenza del richiamo straordinario di un nutrito numero di vigili discontinui al fine di fornire un servizio più ampio alla popolazione con l’istituzione di ulteriori squadre di intervento indispensabili a coprire il territorio pugliese tra i più esposti alle condizioni climatiche a cui si aggiunge il notevole flusso turistico dei vacanzieri. Una vera e propria emergenza nella stagione estiva per una terra di frontiera come la Puglia!


Abbiamo, inoltre, posto l’accento sulla necessità di confermare l’utilizzo del mezzo dell’Amministrazione per raggiungere le sedi di servizio AIB, talune distanti a quasi 100 Km., se diversa da quella di appartenenza, anche con le stesse modalità dell’anno precedente ovvero senza il ricorso all’indennità prevista dall’art. 28 del CCNL. (vedasi nota della stessa Direzione Regionale n. 10007 del 25/06/2016 puntualmente recepita dai vari Comandi con disposizioni di servizio (all’uopo, si allega O.d.G. n. 508 del 27/06/2016 del Comando di Bari).


Siamo rimasti allibiti quando I vari Dirigenti dei Comandi della Puglia hanno Comunicato in apposite riunioni di aver ricevuto tassative disposizioni dal superiore gerarchico Direttore Regionale ing. Spano’, sia della mancata richiesta straordinaria di personale discontinuo che sull’utilizzo del mezzo di servizio per raggiungere sedi AIB.

Una “direttiva” del Dirigente Regionale che appare incomprensibile! Verosimilmente all’insegna di un non meglio precisato risparmio di gestione che verrebbe consumato “sulla pelle” dei cittadini e dei lavoratori a favore di non si sa quali altri soggetti……………….., forse destinatari di premi di produzione o di gestione come dir si voglia?


Il comportamento del Direttore Regionale appare ulteriormente incomprensibile se si osserva che, rispetto alla passata stagione AIB, le risorse stanziate dalla Regione Puglia ammontano a due milioni di euro comprensivo dei DOS (servizio effettuato nella stagione 2016 dalla Forestale con una spesa di circa 700.000). Per cui la disponibilità economica per l’istituzione delle squadre di soccorso risulterebbe anche superiore a quella della stagione 2016 (un milione e centomila euro).


Per cui viene da chiedersi a che gioco stiamo giocando?

Un gioco sicuramente pericoloso!

La priorità è la sicurezza dei cittadini pugliesi e quella degli operatori? o vi sono altre priorità sconosciute alle OO.SS. tutte?


Ciò premesso nel dichiarare lo stato di agitazione del personale, con richiesta del tavolo di conciliazione in oggetto, si chiede, ai sensi della ex legge 241/90, alla Direzione Regionale Puglia, in riferimento all’art. 10 (Oneri) della Convenzione stipulata per la lotta antincendio boschivi anno 2017:


  • un elenco particolareggiato delle spese a carico dell’Amministrazione per il raggiungimento degli obiettivi e per il ristoro di tutte le risorse impiegate nella attività in parola;

  • copia del Bilancio Preventivo e Consuntivo della Campagna boschiva 2016;

  • copia del bilancio preventivo Campagna boschiva 2017, in forma dettagliata (analitica), presentato alla Regione Puglia.


Con riserva di ulteriori iniziative, si porgono cordiali saluti.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni