SORVEGLIANZA DELLE CASERME

Milano -

Al Comandante Prov. VVF di Milano

Dott.Ing. Carlo Dall’Oppio

 

 

I Vigili del Fuoco del Distaccamento di Benedetto Marcello sono ormai abituati a trovarsi all’interno della caserma il solito clochard alla ricerca di un riparo dal freddo, ma l’irruzione di una persona armata di pistola è un fatto molto grave, che deve farci riflettere sul grado di ‘’sicurezza’’ all’interno delle nostre strutture. Perché da un bisogno umano, che si risolve delegando l’ospitalità alle strutture di competenza, i colleghi si sono trovati inermi di fronte alla minaccia di un’arma da fuoco e se comunque potendo ‘’indagare’’ si scoprisse che anche quest’atto è manifestato da un problema sociale, dovuto a un ‘’disturbo’’ della persona che l’ha commesso, è chiaro che la soluzione ideale sarebbe quella di rendere il meno possibile accessibile le caserme semplicemente con la sorveglianza e verificando che gli accessi dall’esterno non siano valicabili dal personale non VVF.

Nel Distaccamento di Benedetto Marcello, l’accesso dal cortile esterno è una semplice porta a vetri (aperta), inoltre la porta che dalle rimesse collega il ‘’tunnel’’ di accesso al cortile è rotta da diverso tempo. Ricordiamo che al Distaccamento di Sardegna, spesso con il cancello del passo carraio è aperto e la caserma rimane priva di personale perché fuori in intervento lasciando inevitabilmente l’ingresso libero, incustodito e accessibile a TUTTI. Concludiamo ricordando che non si tratta di episodi isolati ma che in passato ha riguardato diverse sedi.

Chiediamo pertanto maggiore attenzione da parte di questo Comando rispetto alle segnalazioni che anche USB in passato ha portato all’attenzione, siamo anche consapevoli che spesso le manutenzioni non dipendono dal Comando ed è per questo motivo che ripetiamo l’invito a tenere le caserme CUSTODITE evitando il più possibile che quando ci sia del personale in più, questo sia utilizzato come rinforzo.

Anche questa volta non è successo nulla, ma non possiamo pensare che per la nostra vita, anche in un luogo che dovrebbe essere sicuro e inaccessibile, bisogna sempre sperare sulla buona sorte.

Per quanto sopra esposto, si resta in attesa di opportune e pronte delucidazioni scritte da parte del Comando

 

Coord. Prov. USB VVF Milano

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni