Soccorso in zone montane innevate.

Sul Gran Sasso l'impianto si era fermato per il guasto

a una fune.

L'aquila -

Per quale motivo personale VVF senza nessuna specifica preparazione, equipaggiamento ed attrezzatura, dovrebbe essere mandato ad operare ed a rischiare la propria incolumità in alta montagna in condizioni climatiche particolarmente ostili?

ANDATECI VOI

rivolto a tutti coloro che spingono per mandare altri.

I vertici centrali dell’Amministrazione VVF non hanno mai consentito di applicare nei Comandi il pacchetto operativo denominato “Neve-Ghiaccio” giacente in qualche cassetto ministeriale, che avrebbe consentito di iniziare a formare, addestrare ed equipaggiare il personale alle specifiche condizioni operative ed all’esame e conoscenza degli scenari e dei rischi presenti in tali ambienti.

Nonostante ciò un Comandante fra quelli in cerca di obiettivi incentivati da raggiungere, la scorsa estate è riuscito ad ottenere in Prefettura una procedura operativa interforze per la ricerca disperso che prevede il coordinamento delle operazioni ad opera VVF.

Ora tenuto conto che la gran parte del territorio provinciale è di natura montana e che per metà dell’anno è innevato, alle condizioni di preparazione, formazione ed equipaggiamento sullo specifico rischio, come detto, pressoché pari a zero, soprattutto quando le condizioni climatiche sono come è avvenuto di recente, bufera di neve con vento a 110 km/h, temperatura – 10°C, visibilità pari a 0 e posizione del disperso a 2500 mt di altitudine, la verremo a cercare in modo tale che

CI VADA LEI

in queste condizioni.

Un professionista del soccorso deve essere consapevole dei propri limiti operativi per non mettere a repentaglio la propria incolumità e non diventare lui stesso bisognoso di soccorso. Per tale motivo chi è consapevole di ciò si rende conto che allo stato dei fatti non è in condizioni di operare in detti scenari.

Si richiede pertanto all’Amministrazione Centrale la possibilità di adottare immediatamente la procedura prevista nel pacchetto “Neve-Ghiaccio”, predisponendo subito il primo di una serie di corsi nei quali formare il personale, nonché fornire idoneo equipaggiamento tecnico ed attrezzatura operativa specifica prevista nel pacchetto.

In caso contrario si richiede di correggere la mission sulla competenza territoriale del Corpo Nazionale da:

-Competente sul “Intero territorio nazionale”, a:

-Competente sul “Territorio nazionale, zone innevate escluse”.

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati