Siamo disposti a dire basta o .....

continuiamo a farci del male ?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Roma -

LAVORATORI, siamo alla scadenza di alcuni appuntamenti che il governo si appresta a varare per completare quella opera di smantellamento della “cosa “ pubblica, ed in questo revisionismo è anche il corpo nazionale a lasciargli alcuni brandelli. La presente la indirizziamo prima di tutto alle nostre strutture e poi a tutti quei colleghi che solo adesso riconoscono il fallimento delle politiche sindacali confederali concertativi, dalle quali discendono tutti i disastri del corpo nazionale. La RdB-CUB, di fatto, non ha certo siglato e inneggiato all' ultima finanziaria sostenendo il governo attuale, ma neppure quello precedente, non siamo certo noi che abbiamo voluto e sostenuto la “militarizzazione” del corpo promettendo uomini, mezzi e stipendi faraonici sapendo di non poterli garantire(legge 252 e dl 217 e 139). La RdB-CUB, vigili del fuoco ha proposto e propone ben altro e' l'unica O.S. che e' scesa e scende in piazza con manifestazioni e scioperi, in questo panorama dove tutti sono “normalizzati” agli interessi economici del governo e di confindustria. Quindi, cari e spesso lamentosi pompieri, e' ora di darsi una ridestata in tutti i sensi, e' inutile e dannoso continuare in sceneggiate e piagnistei solo negli anfratti delle sedi di servizio. Come e' inutile e dannoso farsi tirare dentro dagli amici in comitati, iniziative unitarie, che hanno il solo scopo di mascherare il loro fallimento oltre a confondere l’anima buona che ancora esiste nei vigili del fuoco e nel contempo proseguire sulla strada dello smantellamento del corpo nazionale. Oggi avete toccato sulla vostra pelle le fregature, tutte, ma diciamo tutte, dalla promessa di soldi a quella di organici non mantenuti ma soprattutto di conquista di una dignità di operatori nell’area del soccorso che non ce stata, anzi è avvenuto l’esatto contrario senza autorevolezza e senza diritti sindacali e personali; ora tocca a voi uno scatto di orgoglio e chiudere con questi ciurmatori. Se si vuole veramente dare una svolta economica, numerica , qualitativa, non rimane che aderire alla RdB-CUB, l'unica O.S coerente da sempre con i progetti di rilancio e autonomia del C.N. senza dover equipararsi a chicchessia. La RdB-CUB, mette a disposizione l’ennesima opportunità, a chi si sta' ridestando dal torpore dell'anestetico clientelare che la triplice concertazione ha iniettato in tutti questi anni, di rialzare la testa e riappropriarsi di quella dignità che altri hanno svenduto; prima di tutto ADERENDO ALLO SCIOPERO GENERALE DEL 30 MARZO.Partecipiamo alla manifestazione a Roma a sostegno del rilancio della categoria vv.f. per essere la colonna portante di una moderna protezione civile; con organici europei e salari europei, per il rigetto delle leggi di militarizzazione; contro scippo tfr/s, per pensioni dignitose; riconoscimento categoria particolarmente usurante; per un vero sindacato che rappresenti le esigenze dei lavoratori. TUTTI IN PIAZZA CON LA RDB/CUB ps: chiedete agli altri se si uniscono a questa lotta oppure se condividono i contenuti della lotta e poi.... meditate; in allegato indirizzi del sito da dove poter scaricare materiale informativo sullo sciopero e manifestazione del 30 marzo

 

 

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni