Servizio Mensa Obbligatoria personale VV.F.

Il diffuso malessere apre molti interrogativi su come l’Amministrazione ed OO.SS. confederali hanno gestito questa importante tematica

 

 

 

Milano -

Riguardo al servizio di mensa obbligatorio per il personale Vigili del Fuoco, in questi primi mesi dell’anno, diversi Comandi hanno intrapreso numerose iniziative sindacali, stati d’agitazione, scioperi o, come accaduto a Livorno, che ha ricevuto l’intervento dei NAS dei CC.

Insomma, sintomi di diffuso “malessere” che aprono molti interrogativi su come l’Amministrazione ed OO.SS. confederali hanno gestito questa importante tematica.

Descrivendo un breve promemoria , con il recepimento delle direttive Europee, l’Amministrazione Centrale ha individuato come unica soluzione, la delega al confezionamento vitto ad aziende esterne, mentre tutti i Comandi provinciali hanno il compito di istituire gare d’appalto, vincolati però dall’Amministrazione Centrale ai prezzi di base d’asta ed a parametri di un qualsiasi contratto privato, senza tener presente le peculiarità del settore VVF.

A Milano sono passati ormai diversi mesi da quando è stato sottoscritto un nuovo contratto con la ditta SE.RIST..

Siamo a conoscenza di diverse lettere di lamentele indirizzate al Comando, provenienti prevalentemente dai distaccamenti, cioè dove maggiormente si evidenziano le problematiche di questa gestione.

Per una maggior comprensione del problema, la RdB ritiene utile fornire i dati contenuti nel contratto, evidenziando con quale superficialità Cgil Cisl Uil nazionali trattano argomenti così importanti, salvo poi vergognarsi nell’ammettere le proprie responsabilità di fronte alle lamentele dei Lavoratori.

 

Appalto gestione mensa 2002

Prezzo base d’asta lire 11.000 pari a euro 5,68

Offerta ditta aggiudicataria del servizio lire 10.050 pari a euro 5,19 + iva 4%

 

Appalto gestione mensa 2003-2004

prezzo base d’asta Euro 4,65 pari a lire 9.003 + iva 4%

Offerta ditta aggiudicataria del servizio biennio 2003/04 Euro 3,96

pari a lire 7,667 + iva 4%

 

I prezzi comprendono derrate, bevande, confezionamento, trasporto e pulizia

Da questi dati nel biennio 2003/04,si evince che dal prezzo base d’asta stabilito nel 2002 l’Amministrazione Centrale ha praticato una riduzione del 18%!!!!!

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni