Sciopero Generale nazionale in caso di intervento armato contro l'Iraq

Si rammenta che le Rappresentanze sindacali di base, assieme ad altre forze del sindacalismo di base, hanno già indetto uno Sciopero generale nazion

Roma -

Questo per sottolineare la nostra contrarietà alla scelta di dirimere le controversie internazionali con lo strumento della guerra (art.11 Costituzione) e soprattutto per protestare contro il nostro governo che, garantendo l'utilizzo di tutte le vie di comunicazione all' "alleato" americano, è, di fatto, già sceso in guerra al suo fianco.

Questo per garantire a chiunque volesse contestare queste scelte, il diritto a farlo anche con l'astensione dal lavoro.

 

PERCHE’ OGNUNO POSSA AVERE UNO STRUMENTO IN PIU’

PER DIRE

 

NO ALLA GUERRA

SENZA SE E SENZA MA

Tempi e modi della protesta saranno comunicati in seguito.

E' utile rammentare inoltre, che, come risulta da delibera della Commissione di Garanzia per i servizi minimi essenziali che alleghiamo (che legittimava nostra analoga iniziativa sviluppata in occasione della guerra nella ex Jugoslavia del 1999) che l'eccezionalità dell'evento "guerra" supera ogni normativa sui servizi minimi essenziali.

 

-IN ALLEGATO LA DELIBERA DELLA COMMISSIONE DI GARANZIA-

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni