SATI: RdB continua l'opera di informazione e riorganizzazione del settore

Brescia -

Stante la richiesta di informazioni e chiarimenti del personale SATI, circa la nuova collocazione contrattuale ed il riordino del CNVVF, il 19/02/2009 si è tenuta l’assemblea del personale in servizio presso il  Comando di Brescia, con i rappresentanti del coordinamento RdB della Lombardia.

 

Tale riunione è stata voluta da questa organizzazione, per continuare nel lavoro intrapreso già nello scorso anno, al fine di costituire una rete di comunicazione capillare tra il personale SATI  dei vari Comandi e con l’obiettivo di avere un coordinamento nazionale, che lavori a sintesi delle problematiche. 

E’ stata sottolineata la necessità di avere una rappresentatività specifica del settore SATI alla luce della riorganizzazione in atto del C.N.VV.F. in attuazione del D.LGS. 217/2005 e dei conseguenti  riflessi sull'organizzazione dei Comandi, nonché sul prevedibile futuro trattamento dei dipendenti SATI. 

Si è ribadita l’opportunità di intervenire prima dell'entrata in vigore dei regolamenti attuativi, potenzialmente penalizzanti delle professionalità del settore amministrativo e informatico. 

La discussione tra i lavoratori ha portato a richiedere che RdB si faccia carico della proposta di: 

 

  • rivedere e modificare  il regolamento prevedendo un minor numero di qualifiche, massimo due, per ogni livello e di un più veloce avanzamento di carriera.
  • collegare il passaggio di carriera alla professionalità acquisita, anche grazie a corsi di formazione e riqualificazione, organizzati preferibilmente a livello regionale e provinciale.
  • iniziativa nei Comandi per la progettazione di corsi formativi interni, sia mirati agli appartenenti al ruolo amministrativo, sia di più ampio respiro, che coinvolgano gli operativi su argomenti di interesse comune, teorico e pratico; in particolare è importante curare la formazione sotto il profilo della responsabilità penale, civile e amministrativo contabile, anche per la componente volontaria che già opera in maniera analoga alla componente permanente.  
  • Divisione delle carriere nei due diversi ruoli, operativo e amministrativo-contabile e informatico.
  • Attuazione di una carriera amministrativa che preveda l'avanzamento alla vicedirigenza amministrativa, anche per sollevare i comandanti o i vicedirigenti tecnici da responsabilità gravi, ad es.: nella gestione del personale i rapporti tra procedimento disciplinare ed eventuale procedimento penale o  mobbing; nell'area contrattuale il presiedere le gare ad evidenza pubblica; etc. 

La RdB/CUB, ritiene che il confronto con i lavoratori  debba essere considerato  un percorso propositivo del settore Amministrativo, che deve continuare nelle varie sedi, si ritiene che sia necessario verificare le proposte del personale e coinvolgere il settore SATI  a livello locale, anche  nelle trattazioni negoziali.

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati